CONDIVIDI
cristiano ronaldo stupro
Cristiano Ronaldo e la vicenda dello stupro, la difesa dell’avvocato (Websource)

Il legale difensore di Cristiano Ronaldo dice la sua ed afferma che con Kathryn Mayorga non ci fu stupro: “Lei era consapevolissima”. E parla di hacker.

La difesa di Cristiano Ronaldo compie una prima, importante mossa nella vicenda del presunto stupro del quale l’attaccante della Juventus è stato accusato. A gridare allo scandalo è Kathryn Mayorga, che 9 anni fa a suo dire venne assalita dal portoghese in un albergo di lusso di Las Vegas. L’avvocato di CR7 però afferma che “il rapporto, che c’è effettivamente stato, risultò del tutto consensuale. E l’accordo privato stipulato tra Cristiano Ronaldo e la Mayorga ci fu per tutelare soltanto l’immagine del giocatore. Ma questo non rappresenta affatto una ammissione di colpevolezza”. Così si rivolge Peter Christiansen, tra i più quotati legali degli Stati Uniti e che per l’appunto tutela gli interessi di Ronaldo. Christiansen parla anche di documenti trafugati da un hacker e che per questo motivo sarebbero finiti in mano ai media. “Si tratta di documenti trafugati o prodotti ex novo, in ogni caso manipolati”. E sempre tornando all’accordo privato con la cameriera, il giocatore accettò di stipularlo su consiglio dei suoi avvocati dell’epoca. Come detto il fatto risale al 2009.

LEGGI ANCHE –> Cristiano Ronaldo, parla la sua ex italiana: “Sono stupita…”

Cristiano Ronaldo, il legale: “Un hacker ha diffuso documenti falsi”

“Ed era per evitare accuse oltraggiose”, precisa il suo legale di adesso. “Nel 2015 molti studi legali ed altre entità subirono un massiccio attacco da parte di sconosciuti pirati informatici, con la conseguenza che parecchi dati sensibili sono finiti con l’essere poi di dominio pubblico. Ed anche questo caso rientra in tale circostanza. I malintenzionati hanno provato a vendere i dati in questione e qualche mass media si è comportato in maniera irresponsabile, pubblicandoli e facendoli leggere a chiunque. Ma Cristiano Ronaldo è innocente e nega con veemenza tutte le accuse. Dall’altra parte della barricata invece parla Leslie Stovall, che tutela invece Kathryn Mayorga. “Ci sono altre tre donne che accusano il giocatore di stupro”. La Juventus difende a spada tratta il proprio tesserato: “È un professionista esemplare sia dentro che fuori dal campo”. Ed anche i suoi parenti, qualche ex – tra la quale Raffaella Fico – e tantissimi tifosi sono schierati dalla sua parte.

LEGGI ANCHE –> Cristiano Ronaldo, l’accusa al Real Madrid: “Lo obbligarono a pagare”

Leggi tutte le nostre notizie di viaggi, cronaca, attualità e curiosità anche su Google News