CONDIVIDI
(Websource / archivio)

Pino Insegno è stato protagonista di uno scherzo decisamente pesante, ordito dai tipi delle Iene. Tutto è bene quel che finisce bene, ma il noto comico e doppiatore ha passato un brutto quarto d’ora. 

Il figlio gli ha confessato di aver recitato in un film trash di dubbio gusto, e tale da compromettere irrimediabilmente la sua carriera e reputazione. Per Pino Insegno è stata una doccia gelata. “Ma ti hanno puntato qualcosa addosso per fare questa cosa? Questa è una po***ta. Adesso fammi capire… Sta in giro davvero? Io me la prendo con zio. Hai il carattere duro solo quando litighi con me. Quelli guadagnano i soldi con quella roba”, è stata la reazione dell’ex componente della Premiata Ditta di fronte al (finto) film. A ordine lo “scherzo” è stato infatti il figlio Matteo insieme al di lui zio, Claudio, con la complicità delle Iene.

Ed è stato proprio lo zio Claudio ad aggiungere il carico da novanta, spiegando che Pino avrebbe avuto l’obbligo di doppiare Costantino Vitagliano, ex storico tronista di Uomini e donne, per non incorrere in una penale. “Pino, mi hanno pagato. C’è pure una penale di settantamila euro”, gli ha detto, con tutta la drammaticità del caso. A quel punto la situazione è precipitata, con Insegno che, visibilmente alterato, ha intimato al parente di “sparire” prendendolo a male parole. Solo allora sono entrate in scena le Iene, spiegando che era tutto uno scherzo. Peccato che lui non l’abbia presa così bene…

Leggi tutte le nostre notizie di viaggi, cronaca, attualità e curiosità anche su Google News