CONDIVIDI
Carabiniere
(Websource)

Tragedia a Roma, un carabiniere di 36 anni accusa un malore improvviso mentre si trovava nella caserma di Tor Vergata, a trovarlo in condizioni critiche i colleghi, l’uomo è morto poco dopo in ospedale.

Dramma ieri mattina nella caserma dei Carabinieri di Tor Vergata, l’appuntato Marco L. è deceduto negli spogliatoi mentre si cambiava per prendere servizio a causa di un malore improvviso. Secondo quanto riferito dalle forze dell’ordine ai media, il carabiniere era atteso per prendere servizio ma stava ritardando. Uno dei colleghi è andato quindi a chiamarlo negli spogliatoi è lo ha trovato riverso sul pavimento, privo di polso ed incapace di dare segni di vita.

Il carabiniere ha immediatamente chiamato i soccorsi, gli operatori del 118 sono riusciti a ristabilirlo e lo hanno portato con l’ambulanza ad un vicino ospedale dove purtroppo Marco è deceduto poco dopo. L’ipotesi più probabile è che Marco abbia accusato un infarto fulminante e che per questo non sia stato possibile salvargli la vita.

Leggi anche -> Simone, allievo finanziere di 26 anni, muore in caserma davanti ai compagni

Carabiniere muore a 36 anni per un malore improvviso: autopsia e funerali

Molto apprezzato dai colleghi Marco L. abitava ad Ariccia (Roma) ed era di servizio alla caserma di Tor Vergata da diversi anni. Qui aveva preso parte ad alcune operazioni anti crimine per sgominare traffici illegali che avevano dato lustro alla Caserma. Il giovane carabiniere muore a 36 anni e lascia la moglie. Nei prossimi giorni verrà effettuata un’autopsia sul suo cadavere (procedura standard in caso di morte improvvisa di un ufficiale) dopo di che verrà data possibilità ai familiari di organizzare i funerali. Cerimonia che si preannuncia molto partecipata visto che Marco era ben voluto non solo dai familiari ma anche dai colleghi e dai vicini di casa.

Leggi le nostre notizie anche su Google News