CONDIVIDI
cristiano piccini
(screenshot video)

Cristiano Piccini convocato in Nazionale: chi è il terzino del Valencia, carriera e squadre in cui ha giocato l’oggetto misterioso del calcio italiano.

Saranno Lorenzo Tonelli della Sampdoria e Cristiano Piccini del Valencia a sostituire in Nazionale gli infortunati Romagnoli e D’Ambrosio che hanno lasciato Coverciano. Per il terzino della squadra spagnola, classe 1992, è la prima convocazione per l’Italia, sebbene abbia giocato già nelle nazionali giovanili in passato.

Per saperne di più sul difensore del Valencia –> Chi è Cristiano Piccini, il terzino viaggiatore più caro al mondo: vale 80 milioni!

Carriera e squadre in cui ha giocato Cristiano Piccini

Anche se praticamente sconosciuto al calcio italiano, Cristiano Piccini ha una particolarità: il Valencia lo ha blindato con una clausola rescissoria da 80 milioni di euro e dunque il 26enne nato e cresciuto a Firenze è il terzino più ‘pagato’ al mondo. Non c’è nulla di casuale e va precisato: Marcelino e Peter Lim, rispettivamente allenatore e proprietario del Valencia, sono sicuri che quest’anno il giocatore è destinato a esplodere, per cui hanno ritenuto importante mettere quella clausola rescissoria. Non si sono sbagliati di molto, vista la convocazione in Nazionale, che nonostante Cristiano Piccini continui a restare un oggetto misterioso appare oggi meritata. Peraltro i tifosi di calcio hanno potuto vederlo all’opera contro la Juventus in Champions League e il terzino non ha sfigurato

Ma chi è il terzino nato a Firenze e cresciuto nella Fiorentina? Dopo l’esordio in Serie A coi viola contro il Cagliari, il 5 dicembre 2010, il ragazzo viene mandato a farsi le ossa prima in prestito alla Carrarese e quindi allo Spezia. Torna in Toscana ma per andare nuovamente in prestito a Livorno: è di fatto la sua unica stagione in Serie A, quella 2013-2014, contraddistinta da 20 presenze. La Fiorentina lo richiama, ma per cederlo a titolo definitivo per 1,5 milioni di euro al Betis Siviglia, col quale conquista la promozione nella Liga. Resta due anni ancora a Siviglia, nel frattempo la Fiorentina perde il diritto di riacquisto. Si va così avanti lo Sporting Lisbona, che versa nelle casse del Betis 3 milioni di euro e fissa una clausola rescissoria di 45 milioni. In Portogallo, però, Cristiano Piccini resta solo un anno, perché quest’estate viene acquistato dal Valencia per 10 milioni di euro con la clausola record che lo ha reso ‘celebre’. Il terzino ora spera di essere abbastanza maturo e forte per essere ricordato anche per le sue prestazioni in campo.

Leggi tutte le nostre notizie di viaggi, cronaca, attualità e curiosità anche su Google News