CONDIVIDI
(Websource/Archivio)

Simone, allievo finanziere di 26 anni, muore in caserma davanti ai compagni. La terribile tragedia è avvenuta all’interno della Scuola ispettori sottufficiali delle Fiamme gialle di Coppito, in provincia de L’Aquila. Simone sarebbe diventato maresciallo a dicembre.

Improvviso malore di fronte ai compagni, e la vita di Simone finisce per sempre

E’ stato un improvviso malore a stroncare la giovane vita di Simone. Il giovane aveva solo 26 anni e l’incidente è avvenuto all’interno della Scuola ispettori sottufficiali delle Fiamme gialle di Coppito, in provincia de L’Aquila. La terribile tragedia è avvenuta alle 12 circa di fronte ai compagni di corso di Simone Sivo, originario di Napoli.
Sono stati proprio i compagni dell’88.mo Corso Dobrej II, vedendo il giovane accasciarsi per terra all’improvviso, a dare l’allarme.
I medici militari in servizio presso la struttura militare e gli stessi operatori del 118 sono sopraggiunti immediatamente sul posto ma purtroppo non hanno potuto che costatare il decesso di Simone. Il giovane allievo maresciallo aveva raggiunto ottimi risultati durante il percorso di studi e non era affetto da particolari patologie. Il sostituto procuratore della Repubblica al quale è stato comunicato il caso ha disposto prontamente l’esame autoptico che avrà luogo presso l’obitorio dell’ospedale San salvatore dell’Aquila nella giornata di domani. Simone Sivo sarebbe diventato maresciallo a dicembre di quest’anno. Assieme ad altri 600 giovani provenienti da tutta Italia aveva prestato il suo giuramento a maggio nel suggestivo piazzale antistante la Basilica di Santa Maria di Collemaggio, di fronte alle istituzioni e ai vertici delle stesse Fiamme gialle, oltre che agli amici e parenti più cari.
BC

Leggi tutte le notizie su Google News