CONDIVIDI
Bansky
(Screenshot)

Bansky, il quadro appena venduto a 1 milione di sterline si autodistrugge. 

Sta destando molto scalpore lo “scherzo” se così si può chiamare messo in atto dal famoso street artist Banksy che ha rivendicato il suo atto su Instagram. Ma di cosa stiamo parlando? Si tratta di una sua opera d’arte che dopo circa un’ora da quando è stata venduta all’asta da Sotheby’s a Londra per la ragguardevole cifra di 1 milione di sterline si è letteralmente autodistrutta.

L’opera da 1 milione di sterline che si è autodistrutta

Il quadro in questione ritraeva una bambina con un palloncino rosso, un’immagine originariamente dipinta da Bansky su un muro di Londra nel 2012. Un meccanismo interno al quadro, evidentemente ideato e messo a punto dallo stesso artista, ha iniziato a tagliare in striscioline il dipinto mentre nella sala in cui era esposto iniziava a suonare un allarme. «We’ve just been Banksy-ed» (che si potrebbe tradurre con “siamo appena stati banksyzzati”), ha commentato uno dei dirigenti di Sotheby’s, Alex Branczik.

Ecco il video del momento in cui il quadro si è trasformato in un vero e proprio tritacarta:

Come dicevamo l’artista ha rivendicato il suo atto su Instagram, ecco il suo post:

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Going, going, gone…

Un post condiviso da Banksy (@banksy) in data:

Secondo alcuni l’opera d’arte potrebbe avere ancora più valore dopo quello che è successo. In realtà l’acquirente è piuttosto perplesso e i dirigenti della famosa casa d’aste hanno fatto sapere che la situazione è in fase di valutazione. Ovviamente è una cosa che non era mai capitata prima e quindi nessuno sa bene cosa sia giusto fare. Ricordiamo tra l’altro che Bansky non è mai stato visto da nessuno e non si esclude fosse presente per azionare il meccanismo a distanza nel momento in cui è accaduto l’impensabile.