CONDIVIDI
Tina Cipollari
(Nuovo)

Tina Cipollari, protagonista del gossip estivo e tornata in tv con Uomini e Donne il trono over, è stata al centro di un episodio discutibile che l’ha vista coinvolta in un acceso diverbio con la polizia che in realtà poi si è rivelato essere qualcosa di molto diverso.

Leggi anche –> Tina Cipollari contro Gemma Galgani, durissimo attacco in trasmissione

Tina Cipollari “litiga” con la polizia, cosa è successo

La notizia era uscita sul settimanale Nuovo e di fronte alle foto della Cipollari apparentemente esagitata con i poliziotti il giornalista ipotizzava che fosse stata fermata per eccesso di velocità o per uno stop non rispettato. La realtà, stando almeno alle parole della diretta interessata, è molto diversa. Lei non stava affatto litigando con gli agenti di polizia e non è stata fermata per nessuna infrazione. Anzi è lei che ha fermato loro.

La verità raccontata direttamente dalla Cipollari

E’ proprio l’opinionista di Uomini e Donne a prendere la parola e anche con rabbia a spiegare la verità su quanto accaduto. Lo fa intervistata da  Alex Achille di Radiochat.it: “Quelle foto risalgono a luglio scorso, mi trovavo a Fregene con mio figlio Mattias e stavo discutendo con lui, riguardo l’opportunità o meno di guidare le Minicar, da soli, con il semplice foglio rosa. Mio figlio asseriva che fosse possibile mentre io affermavo che senza patentino la guida in solitaria non fosse autorizzata. Non riuscendo a convincerlo, mi sono fermata ad un posto di controllo della Polizia e ho chiesto agli agenti di spiegare a mio figlio cosa recitasse il codice della strada a riguardo; ho trovato due gentilissimi poliziotti che con pazienza ci hanno spiegato che le minicar possono essere guidate da soli soltanto se muniti di patentino”.

E poi ancora: “Il mio gesticolare in modo esagitato era rivolto a Mattias che non voleva comprendere quanto gli stavamo dicendo. Tutto qui, nessuna multa, nessuna discussione con le forze dell’ordine che ho sempre rispettato. Posso assicurarvi che nella mia vita, non ho mai violato il codice della strada per aver superato i limiti di velocità o per non essermi fermata ad uno STOP. In alcune occasioni, ho preso multe – regolarmente pagate – per parcheggi in doppia fila e basta. Chi mi conosce, sa perfettamente quanto io abbia paura della velocità in automobile. Sono il terrore di tassisti, autisti N.C.C. e amici, perché, mentre guidano, li assillo dicendogli di andare piano. Ho voluto rilasciare questa smentita all’amico Alex Achille, perché conosco la sua correttezza nel riportare le notizie. Sono stanca, invece, di leggere baggianate sul mio conto da parte del settimanale ‘Nuovo’ e del suo direttore che da almeno un anno, pubblica articoli totalmente inventati sulla mia persona. Invito il signor Signoretti ad ignorarmi o a scrivere semplicemente la verità sui fatti che mi riguardano!”

Leggi tutte le nostre notizie di viaggi, cronaca, attualità e curiosità anche su Google News