CONDIVIDI
medico denuncia
(foto pubblico dominio)

A Trento un medico chiama i carabinieri e denuncia un migrante irregolare: scatta la protesta, perché aveva l’obbligo di curarlo.

Ha denunciato un migrante irregolare che si era presentato in ospedale per essere curato: un medico di Trento è ora finito sotto accusa dopo che la vicenda, avvenuta a inizio luglio, è stata portata all’attenzione dell’Ordine dei medici e dell’Azienda sanitaria locale. C’è infatti una direttiva firmata nel novembre del 2009 da Mario Morcone, allora capo del Dipartimento per le libertà civili e l’immigrazione, che parla molto chiaro.

Leggi anche –> “Mio figlio ucciso da un migrante, le autorità hanno nascosto tutto” – VIDEO

Medico denuncia migrante, Salvini lo difende

In quella circolare vi è “il divieto di segnalare alle autorità lo straniero irregolarmente presente nel territorio dello Stato che chiede accesso alle prestazioni sanitarie”. Ma il medico dice di non esserne stato a conoscenza e scatta la protesta del Gruppo immigrazione e salute del Trentino parla subito di un “diffuso clima anti-stranieri” che rischia di “sdoganare atteggiamenti pericolosi, magari persino determinati da una presunzione di rispetto e promozione della legalità”.

Sotto accusa anche il nuovo decreto sicurezza firmato dal ministro Matteo Salvini: “Il provvedimento ridimensiona drasticamente la protezione umanitaria, limitandola a pochi casi specifici tra cui le cure mediche che però saranno a pagamento”. Proprio il leader della Lega interviene su quanto avvenuto a Trento e sottolinea: “Abbiamo il dovere di garantire cure mediche a tutti, ma non possiamo dimenticare l’esigenza di contrastare l’immigrazione clandestina. Solidarietà al medico di Trento che ha segnalato un marocchino irregolare”.

Leggi tutte le nostre notizie di viaggi, cronaca, attualità e curiosità anche su Google News