CONDIVIDI
Massimo Ranieri
(screenshot video)

Il dolore di Massimo Ranieri, il cantante piange la morte del grande Charles Aznavour, scomparso a 94 anni: “Ho perso un faro”.

La morte di Charles Aznavour ha lasciato un vuoto incolmabile nel mondo della musica: in tutto il mondo e non solo in Francia sono centinaia i messaggi di cordoglio per la scomparsa del maestro della canzone transalpina, deceduto stanotte a 94 anni. Il cantante si era esibito in Italia per l’ultima volta lo scorso anno e proprio nel nostro Paese aveva molti estimatori, come ad esempio Massimo Ranieri.

Leggi anche –> Charles Aznavour, leggenda della musica francese, è morto a 94 anni

Massimo Ranieri ricorda il grande Charles Aznavour

“Con Charles Aznavour se ne va l’ultimo grande vecchio, un papà, il più grande, non esiste un altro gigante così”, ha detto all’Agenzia Ansa il cantante napoletano, aggiungendo: “La notizia della sua morte mi ha destabilizzato. Non c’è più nessuno che ci guidi. E’ sempre stato un faro per me”. Secondo Massimo Ranieri, “i giovani neanche conoscono la grandezza dell’arte di Aznavour, non hanno tempo, vivono attaccati a cellulari, iPad, social… Io ci ho parlato, ho avuto Charles accanto, ho cantato con lui. Sono stato fortunato”.

Il cantante è particolarmente legato a ‘L’Istrione’: “In assoluto, la sento mia. Ho sempre guardato a lui come modello come chansonnier, mentre come cantante mi ispiravo a Sinatra e al grande nero, Ray Charles. Aznavour era un talento, oltre che nella musica, anche al cinema, a teatro, come ballerino e scrittore. Mi sono sempre ispirato a lui”. Poi ancora è forte il legame con ‘Quel che si dice’, una canzone che definisce “un capolavoro assoluto di circa 50 anni fa sull’omosessualità, in tempi in cui non era facile cantare di questo tema”. Un solo rimpianto: “Rimane l’amaro in bocca. Mi dispiace non averlo potuto salutare anche se Charles è tra noi e rimarrà per sempre”.

Leggi anche –> Morta Barbara Nascimbene, l’attrice che stregò Massimo Ranieri

Leggi tutte le nostre notizie di viaggi, cronaca, attualità e curiosità anche su Google News