CONDIVIDI
Lanciano
(screenshot video)

La scioccante rapina in villa a Lanciano: Niva Bazzan torna a casa dopo la terribile aggressione ai danni suoi e del marito Carlo Martelli.

La sconcertante e terribile aggressione della quale è stata vittima una coppia di Lanciano, nel chietino, ha sconvolto l’opinione pubblica. Le vittime della rapina in villa, in pieno stile Arancia Meccanica, sono Carlo Martelli e Niva Bazzan. I responsabili sono quattro giovani rumeni, tre dei quali sono stati fermati pochi giorni dopo l’aggressione. L’ultimo arrestato è invece avvenuto ieri.

Per approfondire leggi anche –> Ladri in villa: coppia picchiata a sangue, a lei tagliano l’orecchio

Il quarto rumeno incastrato dall’orologio che provava a vendere

Nelle scorse ore, Niva Bazzan è tornata a casa. Un video pubblicato sui social network dalla trasmissione di approfondimento di Retequattro ‘Quarto Grado’ la mostra nel suo giardino dopo la terribile aggressione. Il video dura una trentina di secondi e la donna passeggia nel cortile, tra gli alberi: un tentativo, purtroppo complicato, di tornare alla normalità.

Ieri, come dicevamo, c’è stato l’arresto dell’ultimo componente della banda, che si ritiene fosse anche il capo. Si tratta di Alexandru Olteanu, 26 anni, fermato a Caserta mentre tentava di vendere un orologio. A quanto si apprende sempre dagli aggiornamenti di ‘Quarto Grado, Martelli ha riconosciuto il suo orologio che il capo della banda, arrestato a Caserta, stava tentando di vendere. Gli inquirenti si sono recati dall’uomo vittima del brutale pestaggio, mostrando una foto dell’oggetto rapinato.

Leggi tutte le nostre notizie di viaggi, cronaca, attualità e curiosità anche su Google News