CONDIVIDI
andrea cardella
(screenshot video)

Si dice disposto a tutto, anche a fare il lavapiatti, Andrea Cardella, il figlio adottivo di Marina Ripa di Meana, che sta vivendo un vero dramma.

Andrea Cardella ha curato a lungo le pubbliche relazioni della famiglia Ripa di Meana: per 25 anni è stato al loro servizio, tanto che Carlo e Marina Ripa di Meana decisero di adottarlo legalmente come figlio. Dopo la morte della coppia, deceduta a un paio di mesi di distanza una dall’altro, l’uomo – oggi cinquantenne – si è praticamente ritrovato disoccupato.

Per saperne di più, leggi anche –> Carlo Ripa di Meana è morto due mesi dopo la moglie Marina

Il racconto del dramma di Andrea Cardella

Ha spiegato al quotidiano ‘Il Tempo’ Andrea Cardella: “Ero il loro assistente, segretario e curavo le pubbliche relazioni in maniera esaustiva. Adesso non lavoro più. Tutti quelli che mi avevano promesso qualcosa sono spariti. Io vengo da una famiglia umile e sono disposto anche a pulire i pavimenti per lavorare”. Insomma, sempre più solo, l’uomo dice di essere disposto ad accettare qualsiasi tipo di lavoro.

Non è la prima volta che Andrea Cardella racconta il suo dramma, lo aveva fatto qualche tempo fa nel corso di Domenica Live: nel salotto di Barbara D’Urso aveva spiegato di dover abbandonare la casa dove viveva coi Ripa di Meana. In un’altra intervista al settimanale Nuovo sottolineava: “Mi mancano tutti e due, ma certamente una donna con la personalità di Marina lascia un vuoto incolmabile. A tenermi compagnia ci sono i suoi tre cani che lei mi ha affidato prima di morire”. E aveva chiosato: “Alla mia tristezza si aggiunge ora la prospettiva di dover lasciare la casa in cui abbiamo abitato insieme”.

Leggi tutte le nostre notizie di viaggi, cronaca, attualità e curiosità anche su Google News