CONDIVIDI
Incendio doloso devastante
(Twitter)

I Vigili del Fuoco lavorano duramente per domare le fiamme divampate sul Monte Serra, si pensa che l’origine dell’incendio sia di natura dolosa. Paura e rabbia tra gli abitanti di Calci.

A partire dalle ore 10 di ieri sera un incendio di grosse dimensioni è divampato sul Monte Serra generando una coltre di fumo che ha invaso l’abitato a Calci e di tutte le sue frazioni (Montemagno, Torre e San Lorenzo). Sebbene l’intervento dei Vigili del Fuoco e della Protezione Civile sia stato solerte, le dimensioni raggiunge dall’incendio hanno obbligato gli abitanti a lasciare le proprie abitazioni (centinaia gli sfollati) per evitare di essere intossicati dalla nube di fumo che copre tutt’ora la cittadina. Il sindaco di Calci questa mattina ha invitato tutti coloro che fossero rimasti ancora dentro casa a lasciare le abitazioni finché l’incendio non sarà domato e la zona messa in sicurezza, quindi ha ordinato che tutte le scuole della zona rimangano chiuse.

Leggi anche -> Pisa, brucia il monte Serra: fuoco nelle case, centinaia di sfollati e scuole chiuse

Incendio doloso devastante a Calci, la rabbia dell’assessore: “Chi ha fatto questo è un criminale”

Nel frattempo si cerca di analizzare l’accaduto e l’ipotesi più probabile è che l’incendio non si sia sviluppato naturalmente ma sia stato appiccato da qualcuno. Pare infatti che siano stati avvistati quattro possibili luoghi di innesco (notizia ancora non confermata), di questo è sicuro l’assessore Giovanni Sandroni che questa mattina, uscendo da un container della Protezione Civile si è sfogato scagliandosi contro i presunti piromani: “Chi ha provocato tutto questo è un criminale”, afferma con certezza Sandroni che poi pone una domanda che contiene la certezza che l’incendio che sta devastando il Monte Serra è quasi sicuramente di origine dolosa: “Hai mai visto un incendio partire alle 22 di sera?”.

L’amministrazione di Calci ha lavorato alacremente per assicurare agli sfollati 150 posti letto in poche ore, nelle prossime si cercherà di procurarne ancora altri, ma prima bisogna capire quali e quante case saranno agibili dopo che i pompieri avranno domato le fiamme. Intervistato sull’incendio, il sindaco di Calci Massimiliano Ghimenti ha parlato di una calamità di grosse proporzioni la cui estensione è al momento difficilmente calcolabile: “È difficile fare una stima dell’estensione dell’incendio: sicuramente si tratta di una porzione enorme del bosco sul monte Serra. In totale sono state evacuate oltre cinquecento persone”.

Leggi le nostre notizie anche su Google News