CONDIVIDI
Noemi Durini
(Facebook)

Il caso della morte della giovane salentina Noemi Durini, l’appello della mamma a Lucio Marzo, assassino reo confesso: “Racconta tutto”.

Oltre un anno dopo, si torna a parlare del caso della morte di Noemi Durini, l’adolescente uccisa a Specchia, nel Basso Salento, dal fidanzato Lucio Marzo, anche egli minorenne all’epoca dei fatti. Ieri la trasmissione ‘Quarto Grado’ ha ospitato un nuovo appello di Imma Rizzo, la mamma della ragazza barbaramente uccisa. “Ho ancora tanto dolore, mia figlia mi manca molto”, ha esordito la donna, in lacrime.

Potrebbe anche interessarti –> Isabella Noventa: nuovo processo al via, scontro accusa-difesa

Imma, la mamma di Noemi Durini, torna a parlare dell’omicidio

Queste le parole rivolte dalla mamma di Noemi Durini a Lucio Marzo: “Visto che mi stai guardando, visto che quando mi mandasti quella lettera mi hai chiesto aiuto e mi hai chiesto di perdonarti, tu devi fare solo una: liberati la tua coscienza. Mia figlia aveva 16 anni e aveva tutta la vita davanti. Lucio, tu non me la ridai più. Anzi me l’hai ridata morta. Tu scrivevi di amarla: ma come fai a dire una cosa del genere?”.

La donna ha insistito ancora: “Tu mi hai scritto che mi volevi abbracciare e chiedere perdono, poi quando mi hai avuto di fronte in udienza non mi hai guardata, non hai detto al giudice quello che volevi dire perché mi hai detto che avresti detto la verità. Ma chi ti ha fermato? Ti do l’ultima possibilità di dire la verità, poi non ce ne saranno più”. La mamma di Noemi Durini nega la faida familiare: “Io queste persone non le conosco, sono solo una mamma che difende la memoria di sua figlia”. Quindi riporta le parole della ragazza: “Lui mi minaccia in continuazione: se io lo lascio si uccide. Ha solo me, mamma, cosa faccio?”. La donna conclude: “Io non lo so che cosa è successo quel giorno, per cui mi rivolgo a Lucio: è passato più di un anno, hai riflettuto, ora devi dire la verità, dire quello che è successo”.

Leggi tutte le nostre notizie di viaggi, cronaca, attualità e curiosità anche su Google News