CONDIVIDI
Fornero
(Archivio)

L’ex ministro del Lavoro Elsa Fornero non ci sta e attacca: “Tutta colpa di Salvini se ce l’hanno con me”. 

In questi giorni si parla molto di smantellamento della Legge Fornero e proprio lei che ha dato il nome a quella tanto discussa legge sulle pensioni ha deciso di prendere la parola per rivendicare il suo lavoro e per passare al contrattacco soprattutto nei confronti del Ministro dell’Interno Matteo Salvini in un intervento ad Agorà: “Sono contenta, soddisfatta, di come io sono riuscita a mantenere un mio equilibrio interiore nonostante questa cinica personalizzazione che è stata fatta di una legge e che certo la dice lunga sul livello culturale e civile del Pese. E questo ha molti responsabili: in primo luogo il responsabile principale è Matteo Salvini”.

Intervenuta poi ai microfoni di “Pil&Contropil” su TgCom ha aggiunto: “Vorrei domandare se sembri civile che ci sia stata questa personalizzazione, questo cinico sfruttamento di un nome a scopo di consenso elettorale. Io grazie al Cielo e alle persone a me vicine, anche ai miei studenti, abbastanza forte da superare con equilibrio tutto questo. Però credo che ci dovremmo interrogare, perché questo oggi è capitato a me, potrà capitare ad altri: ma ritengo che si possa contrastare una legge, ma molte delle argomentazioni che sono state usate in modo malvagio, cinico e spietato erano soltanto dirette a creare scontento per poterlo sfruttare. E’ la tecnica conosciuta fin dall’antichità della ricerca di un capro espiatorio: individui qualcuno e dici che è il tuo nemico. E puoi dire che fatto fuori, si spera in maniera metaforica, i tuoi problemi saranno risolti. Oggi abbiamo pensioni basse anche perché in passato si è consentito di andare in pensione giovani. Alcune persone sono oggi in pensione da 40, 45 anni, quindi hanno una vita da pensionati più lunga della vita da lavoratori”.