CONDIVIDI
Beyoncé
(Instagram)

La cantante Beyoncé è nei guai, è stata accusata di magia nera dalla sua ex batterista: “Mi ha plagiata e molestata”, le accuse che vengono mosse.

Secondo i documenti legali ottenuti dalla Blast, la batterista Kimberly Thompson ha presentato un ordine restrittivo contro Beyoncé, sostenendo che la cantante l’ha costantemente molestata attraverso l’uso di “stregoneria estrema” e “incantesimi che sfociavano nelle molestie sessuali”. La musicista accusa anche la partner di Jay-Z di aver ucciso il suo gatto, aver messo sotto controllo i suoi telefoni, oltre a controllare le sue finanze; tuttavia, la Thompson non ha chiarito il motivo per cui ritiene che Beyoncé la stia prendendo di mira.

Potrebbe anche interessarti –> Beyoncé, no al video al Colosseo: “C’è già Alberto Angela”

Accusata di essere una strega, Beyoncé non replica

Anche se la richiesta della Thompson per un ordine di protezione è stata respinta questa settimana dalla Corte Superiore di Los Angeles, Pitchfork riferisce che c’è un’altra udienza di ordinanza restrittiva prevista per l’11 ottobre. La Thompson ha accusato Beyoncé di aver rubato la proprietà intellettuale e dischi rigidi dei computer, oltre a influenzare le sue relazioni personali.

Il sito musicale Noisey ha contattato la scrittrice e autoproclamata strega Sarah Lyons per ottenere la sua opinione sulle affermazioni della Thompson: “Queste sono tutte accuse piuttosto serie”, ha detto, sottolineando come spera però che non siano vere. Quindi ha aggiunto: “Tuttavia, sono praticamente le stesse cose di cui le streghe sono state accusate per secoli”. Nessun commento alle accuse da parte dello staff della popstar.

Leggi tutte le nostre notizie di viaggi, cronaca, attualità e curiosità anche su Google News