CONDIVIDI
autostrade salvini
(screenshot video)

Ponte Morandi, su Autostrade Salvini dice la sua e spiega in un’intervista video a SkyTg24: “Noi non cerchiamo vendette”.

Tiene ancora banco nel dibattito pubblico il disastro del Ponte Morandi di Genova: mentre i pm stanno provando a far piena luce su quanto accaduto il 14 agosto poco prima di mezzogiorno, il ministro dell’Interno, Matteo Salvini, è intervenuto oggi dal capoluogo ligure, per sottolineare la sua posizione rispetto a quanto accaduto e alle responsabilità di Autostrade per l’Italia.

Leggi anche –> Ponte Morandi, nuovo progetto: l’idea rivoluzionaria di Grillo -VIDEO

Autostrade, Salvini spiega le scelte del governo

“Preferiamo metterci un giorno in più, ma scegliere la o le persone giuste”, ha spiegato a SkyTg24 facendo riferimento alla nomina del commissario che dovrà occuparsi della ricostruzione del Ponte Morandi. Quindi Salvini ha aggiunto: “Autostrade ha pagato, dovrà chiedere scusa e dovrà fare diciotto passi indietro”. Il ministro ha altresì ricordato: “Visitate Genova, c’è una città che ha bisogno di affetto, di presenza, di futuro. Noi abbiamo fatto tutto il possibile, speriamo che altri non rallentino”.

Ha insistito Salvini: “Speriamo che non ci si aggrappi a ricorsi o cavilli, qui ci sono 43 morti che hanno pagato un pedaggio autostradale per finire come sono finiti. Ognuno deve fare il suo quindi”. Il ministro ha rilevato: “Autostrade in questi anni ha guadagnato milioni di euro, gestisce altri tratti e se hanno un cuore dopo quello che è successo rispetteranno le scelte del commissario e continueranno a fare il loro lavoro in altra maniera. Il nostro è un governo libero, anche quando si occupa di concessioni autostradali, come quando si occupa di altri temi”. Salvini in ogni caso è chiaro: “Nessuno cerca vendette”.

Leggi anche –> Ponte Morandi: le oscillazioni prima del crollo, nuove accuse – VIDEO

Leggi tutte le nostre notizie di viaggi, cronaca, politica e gossip anche su Google News