CONDIVIDI
Mara Venier
(Archivio)

Mara Venier ha portato a termine la prima puntata di Domenica In con una clamorosa polemica sui rapporti orali e le parolacce in fascia protetta

Qualche grattacapo di troppo per Mara Venier, che Domenica scorsa ha inaugurato la nuova edizione di Domenica In, peraltro totalizzando un successo enorme di pubblico e un riscontro davvero notevole. Addirittura il programma domenicale della Rai è riuscito a superare come ascolti il programma concorrente ‘Domenica Live’ di Barbara D’Urso, che ormai sembrava davvero un’istituzione. Non è tutto rose e fiori però, perché la Venier e il suo programma sono finiti improvvisamente al centro di una clamorosa polemica sollevata per un argomento scabroso trattato all’interno della trasmissione, in una fascia che è ancora parecchio protetta vista la potenziale presenza di bambini davanti al televisore. Un caso spinoso, che addirittura potrebbe sollevare un’interrogazione parlamentare. Diversi telespettatori del contenitore Rai, infatti, sono rimasti parecchio colpiti per il linguaggio volgare utilizzato da alcuni ospiti in studio mentre si parlava del caso Asia Argento. In particolare Vittorio Feltri e Giampiero Mughini si sono lasciati andare al turpiloquio parlando del famoso caso di molestie che ha riguardato l’attrice e il giovane Jimmy Bennett.

Mara Venier e il linguaggio osceno a Domenica In: il PD chiede provvedimenti

Una piccola caduta di stile per Mara Venier, che nel corso di Domenica In ha dovuto fronteggiare l’atteggiamento parecchio esuberante di alcuni suoi ospiti. Si parlava della vicenda riguardante Asia Argento e Jimmy Bennett, e Giampiero Mughini e Vittorio Feltri hanno utilizzato termini piuttosto volgari in un orario accessibile ai minorenni. Battute molto esplicite legate ai rapporti orali, addirittura con esempi legati ad esperienze personali. Tanto che il deputato del Partito democratico nonché segretario della commissione vigilanza della Rai, Michele Anzaldi, ha stigmatizzato il comportamento tenuto in trasmissione: “Quella sulla fascia protetta del pomeriggio di Rai 1 è stata una delle mie prime battaglie – ha detto Anzaldi a LaPresse – Una volta erano i titoli molto violenti quando si parlava di cronaca nera, stavolta invece la questione è diversa. Bisogna evitare questo linguaggio in una fascia così delicata”. Per ora nessuna reazione da Mara Venier, vedremo se adotterà provvedimenti particolari.

Leggi tutte le nostre notizie di viaggi, cronaca, attualità e curiosità anche su Google News