CONDIVIDI
Terremoto
(websource)

Ieri in tarda serata una scossa di terremoto ha destato dal sonno i cittadini di Pozzuoli e quelli di Napoli. Per fortuna, paura a parte, non sono stati registrati danni.

Il sonno ed il meritato riposo dei cittadini di Napoli e Pozzuoli è stato interrotto da una scossa di terremoto che è stata avvertita distintamente nei due centri abitati. Il sisma si è annunciato con un boato, quindi ha fatto tremare le abitazioni delle zone circostanti mettendo paura ai cittadini. Secondo quanto riportato dalla sala di Roma dell’INGV (Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia) si è trattato di una scossa di lieve entità (2.2 di magnitudo sulla scala Richter) con epicentro a 5 chilometri da Pozzuoli, ma è stata avvertita distintamente per via della profondità superficiale del punto di origine (o ipocentro) a soli 2 chilometri di profondità nel sottosuolo campano.

Leggi anche -> Terremoto nelle Marche, scossa di 3.6 a Ussita: paura tra la gente

Leggi anche -> Ancora scosse di terremoto nel Centro Italia: colpite Visso e Perugia

Scossa di terremoto a Napoli: la paura dei cittadini su Twitter

Sebbene, come spiegato sopra, la scossa abbia avuto un’intensità piuttosto bassa, i cittadini campani l’hanno avvertita come un sisma di maggiore entità. Subito dopo l’evento, infatti, diversi utenti hanno riportato l’accaduto sui propri account Twitter spiegando di aver sentito un fragoroso boato e poi di aver percepito distintamente il suolo che tremava sotto di loro.

La paura dei napoletani è giustificata, la zona in cui si trova il capoluogo campano, infatti, è ad altro rischio sismico per la presenza di un vulcano quiescente come il Vesuvio, ma anche per quella della zona vulcanica sommersa conosciuta come Campi Flegrei. Per fortuna in questo caso non si è trattato di una scossa pericolosa.

Leggi le nostre notizie su Google News