CONDIVIDI
sfratto
(screenshot video)

Dramma ai Quartieri Spagnoli Napoli, una forte esplosione durante lo sfratto di un appartamento: tragedia familiare, grave bilancio.

Lo sfratto, un evento di per sé già drammatico per molte famiglie, si è trasformato in tragedia ai Quartieri Spagnoli di Napoli: il bilancio è gravissimo, muore una mamma, feriti i due figli. La donna, di 66 anni, è morta praticamente sul colpo, mentre i due figli sono rimasti feriti e trasportati al Pellegrini. Da quanto si apprende, come detto, la famiglia era sotto sfratto. La donna sarebbe morta per le conseguenze della deflagrazione e non avrebbe sul corpo segni di bruciature.

Potrebbe anche interessarti –> Terremoto: Nonna Peppina rientra nella casetta, ma alle figlie non basta

Sfratto in un palazzo ai Quartieri Spagnoli: cosa è accaduto

Questo avrebbe dovuto divenire esecutivo proprio oggi, ma già in passato uno dei figli della donna aveva minacciato apertamente un gesto estremo qualora lo sfratto fosse divenuto esecutivo. Così è stato, secondo una prima ricostruzione. In mattinata si era palesato infatti l’ufficiale giudiziario. Questi era stato costretto ad allontanarsi per le minacce ricevute: poco dopo, fortissimo per tutto il quartiere e non solo si era udito il forte boato. Testimoni e residenti spiegano che uno dei figli della donna aveva problemi psichici, per cui – a loro dire – quello sfratto doveva avere luogo alla presenza della polizia e di un’ambulanza.

Ad alzare ancora di più la tensione è stato l’arrivo del proprietario, salvato dal linciaggio dalla polizia presente sul posto dopo il disastro. Sebbene vi fossero state minacce pregresse, in ogni caso non c’è ancora chiarezza sulla dinamica che ha portato all’esplosione, quindi le forze dell’ordine stanno indagando sul caso. Una testimone ha raccontato: “Abbiamo avvertito un boato violentissimo. La sedia sulla quale ero seduta si è spostata ed ho pensato al terremoto”. Da quanto spiega il vicesindaco di Napoli, Raffaele del Giudice, la famiglia non era stata segnalata ai servizi sociali per una nuova sistemazione. Nello stabile dove è avvenuta l’esplosione abitano 29 persone e 9 nuclei familiari.

Leggi tutte le nostre notizie di viaggi, cronaca, politica e gossip anche su Google News