CONDIVIDI
Steven Tartt
Steven Tartt (Facebook)

In vacanza a Minorca, alle Baleari, un eroe per caso salva due bimbi in piscina, ma poi fa una richiesta: “Risarcitemi, vacanza rovinata”.

Centinaia di persone hanno risposto a un uomo che vuole un risarcimento per aver salvato due bambini dall’annegamento in vacanza. Steven Tartt, di Seaforth, balzò in azione quando vide due bambini, un bambino di sette anni e una di sei anni che lottavano nell’acqua all’hotel Victoria Playa di Santo Tomas a Minorca. L’uomo, che è anche esso papà di due bambini, era furioso che il bagnino di turno, che da allora era stato licenziato, non riuscì a rispondere all’emergenza.

Leggi anche –> Bimbo morto in piscina a Nuoro, indagati i genitori

La richiesta di risarcimento di Steven Tartt

Due mesi dopo, Steven Tartt ha espresso il suo disgusto per non essere stato risarcito, sostenendo che la sua vacanza è stata “rovinata” dall’emergenza. “La mia vacanza è stata rovinata perché il bagnino non stava facendo il suo lavoro. Ho sognato la scena tutti i giorni, è stato orribile. Sono stato costretto a chiedere una settimana in più di vacanze”, sono state le sue parole. Ha replicato il tour operator: “Riteniamo che il miglior supporto che possiamo offrirgli non sia un risarcimento economico, bensì indirizzarlo a nostre spese presso un centro di assistenza psicologica”.

Insomma, niente soldi, ma un supporto psicologico, sebbene Steven Tartt insista. Nella vicenda, sono intervenuti ora centinaia di utenti che sui social accusano l’uomo di voler approfittare della situazione. “È stato incredibile che tu abbia salvato la vita a due figli, ma non rovinartela volendo essere pagato per questo”, è uno dei commenti rivolti all’uomo. Oppure: “Salvare quei bambini dovrebbe essere più che sufficiente per te”. Ma l’eroe per caso non molla: secondo lui, quel gesto va monetizzato. E non c’è ringraziamento che tenga.

Leggi tutte le nostre notizie anche su Google News