CONDIVIDI
matrimonio
(Archivio)

Si spara in testa al banchetto di nozze di amici: voleva fare uno scherzo. 

Doveva essere una festa, la gioia per un matrimonio e l’inizio di una nuova vita insieme  e invece tutto si è trasformato in una immane tragedia. Il fatto è accaduto a Kozagac, in Turchia durante un matrimonio caratterizzato da balli, canti e scherzi. Ad un certo punto, come accade spesso durante le feste di matrimonio in Turchia, molti degli invitati hanno tirato fuori delle armi da fuoco e hanno iniziato a sparare dei colpi in aria.

Hasan Akdemir, un medico di 39 anni, dopo alcuni spari si è reso conto che la propria arma si era inceppata e a quel punto ha iniziato ad armeggiare con quella pistola nel tentativo di capire come mai non funzionasse. Durante queste operazioni l’uomo si è sparato un colpo dritto alla testa. Portato d’urgenza all’ospedale statale di Atasehir è stato sottoposto ad un’operazione d’urgenza alla quale però non è sopravvissuto.

Quello che è emerso dalle indagini con tutte le testimonianze di chi c’era al matrimonio è che la morte è arrivata in quell’assurdo modo con un dettaglio aggiuntivo: quell’uomo non aveva alcuna dimestichezza con le armi, ma voleva a tutti i costi rispettare una tradizione e un’usanza dalla quale non si riesce a discostarsi.