CONDIVIDI
rischio crollo
(Facebook)

Ponte della Magliana e Marconi, allarme perché sarebbero a rischio crollo: Roma come Genova, i ponti tremano secondo gli esperti.

Dopo la tragedia del crollo del Ponte Morandi, l’attenzione si è spostata su altre strutture pericolanti e anche Roma non è esente da rischi, come vi abbiamo già segnalato nelle scorse settimane. Le strutture a rischio nella Capitale sono i ponti della Magliana e Marconi. Sulla loro carrabilità si è soffermata la lente di ingrandimento degli esperti sin da prima del 14 agosto, giorno in cui è crollato il Ponte Morandi a Genova.

Leggi anche –> Il ‘Ponte Morandi’ di Roma, un altro disastro annunciato: “Rischio di crolli”

Cosa dice la relazione dei vigili del fuoco sui ponti Magliana e Marconi

La relazione scritta dai vigili del fuoco del comando provinciale di Roma in risposta alla nota prot. 35772 del 29 gennaio 2018 della prefettura della Capitale sembra attestare da mesi il rischio di crolli. Insomma, i due ponti romani ‘tremano’, stando a quanto scrivono i pompieri della Capitale: “Alla luce di quanto rilevato è verosimile ipotizzare una significativa decadenza delle caratteristiche fisiche dei materiali, anche per effetto di fatica”.

L’ispezione dei Vigili del Fuoco è stata condotta intorno a metà marzo, intanto il deputato Pd Claudio Mancini ha più volte sollecitato rispetto alla situazione del Ponte della Magliana e a ha anche inviato un’interrogazione parlamentare rivolta al ministro Matteo Salvini. In particolare la relazione dei vigili del fuoco evidenzia il distacco delle soglie in materiale lapideo del parapetto e del piano viario. Inoltre viene mostrata la forte ossidazione delle armature metalliche. Nella relazione, infine, si dice che la vita di servizio dell’infrastruttura avrebbe superato di 20 anni il limite di 50 imposto dalla legislazione vigente. Veniva consigliato il monitoraggio e come prime misure d’emergenza il divieto di transito a veicoli con massa a pieno carico superiore a 3,5 tonnellate e il limite di velocità a 50Km/h.

Leggi tutte le nostre notizie su Google News