CONDIVIDI
Italia-Polonia
(Screenshot Video)

Al termine di Italia-Polonia, Jorginho ha rilasciato un’intervista alla Rai durante la quale ha avuto uno scambio di opinioni intenso con Marco Tardelli, a conclusione della quale ha chiesto: “Con chi sto parlando?”.

La prima delle due partite della nazionale in questa sosta ha mostrato un Italia con un gioco ancora lento e poco ispirato, la Polonia ha avuto per lunghi tratti la meglio e solo un rigore di Jorginho ha permesso agli azzurri di trovare il pareggio dopo una gara decisamente sotto tono. Probabilmente la cattiva prestazione della nazionale è dovuta al precario stato di forma di molti protagonisti (dato che ci troviamo ancora ad inizio stagione) e al fatto che i giocatori si debbano abituare agli schemi di Roberto Mancini, ma la preoccupazione è che ci si stia portando le stesse criticità del periodo Ventura.

Italia-Polonia, lite tra Jorginho e Tardelli a fine gara

Protagonista assoluto della gara (ha fatto un errore nel gol della Polonia ed ha segnato il pareggio su rigore) il centrocampista di origini brasiliane Jorginho è stato intervistato a fine match dalla Rai. Ad analizzare la sua partita ci ha pensato Marco Tardelli, il campione del mondo ’82 ha visto una gara sottotono del brasiliano e gli ha chiesto come mai fosse rimasto per lunghi tratti fuori dalla costruzione del gioco e l’ex Napoli ha risposto: “Innanzitutto non ho mai giocato a Manchester (sottolineando la gaffe del commentatore), poi sono stato marcato a uomo per 90′ e quando hai un uomo che guarda te invece che la partita non hai molte possibilità di muoverti”, spiegando come abbia sofferto la marcatura di Zielinski Jorginho polemizza con il commentatore e gli dice: “Quando sono con l’uomo addosso lo porto via dal compagno che ha il pallone e lo lascio tranquillo di fare la giocata”, a questo punto Tardelli puntualizza:”Il problema è che non avevi compagni che potessero dettare i tempi dell’azione” e Joginho gli dice ridendo: “Ed io cosa ci posso fare?”, domanda a cui Tardelli ha risposto: “Perdonami, dovresti essere il leader e liberarti dalla marcatura”, puntualizzazione a cui il calciatore del Chelsea ha risposto: “Con chi sto parlando?”. Alla domanda rispondo sia Tardelli che l’intervistatore e Joginho, compresa la gaffe, si congeda con un “Ah, ok”.


Leggi le nostre notizie su Google News