CONDIVIDI
Sturbuks Milano
(Websource)

La famosa catena di bar americana Starbucks è approdata a Milano con il primo store italiano, l’associazione consumatori però evidenzia un prezzario eccessivo rispetto alla media degli altri bar.

La catena di bar più famosa del mondo è finalmente giunta anche in Italia con il primo store inaugurato ieri e aperto al pubblico oggi 7 settembre. Se per molti si tratta di una novità gradita, non sono mancate le polemiche, in primo luogo per i prezzi troppo alti rispetto alla media dei bar del capoluogo lombardo. Questo primo store italiano, infatti, abbandona i prodotti tipici di Starbuks come Frappuccino e Muffin, per proporre dei gusti più simili a quelli italiani, il centro delle vendite sarà infatti rappresentato da caffè espresso e cappuccino, solo che le due famose bevande avranno un costo decisamente più alto rispetto alla media: un espresso viene venduto a 1,80 euro, mentre un cappuccino addirittura a 4,50 euro.

Leggi anche -> Starbucks apre a Milano: tutto quello che dovete sapere prima dell’inaugurazione

Prezzi Starbucks Milano, l’associazione consumatori: “Peccato che i prezzi siano decisamente esagerati”

L’Unione consumatori italiani ha commentato l’apertura di Starbuks a Milano evidenziando come il prezzario della catena americana sia decisamente troppo altro per i prodotti venduti, specialmente quelli tipicamente italiani come il caffè espresso e il cappuccino. In un’intervista rilasciata ieri, il presidente dell’associazione Massimiliano Dona si rammarica di questa scelta: “Peccato che il prezzo del caffè espresso sia decisamente esagerato, l’80% in più rispetto alla media milanese. Secondo gli ultimi dati ufficiali disponibili dell’osservatorio prezzi e tariffe del ministero dello sviluppo economico”.

Proseguendo la sua polemica per i prezzi eccessivi di Starbuks, Dona offre i dettagli di quanto affermato in precedenza: “In media il caffè espresso a Milano costa 1 euro, 1,10 euro la quotazione massima. Da Starbucks, quindi, si paga l’espresso, mediamente, 80 centesimi più rispetto al resto della città, 70 centesimi di differenza considerando i bar più cari”, lo stesso dicasi per il cappuccino che raggiunge un prezzo quasi folle: “venduto da Starbucks a 4,50 euro, contro una media milanese di 1,34 euro ed una quotazione massima di 1,60 euro”.

Leggi le nostre notizie su Google News