CONDIVIDI
Peppina Fattori
(screenshot video)

Terremoto Centro Italia: buone notizie per Nonna Peppina Fattori che oggi rientra nella sua casetta di Fiastra, ma alle figlie non basta.

Oggi è potuta rientrare nella sua casa Peppina Fattori, l’anziana divenuta il simbolo della ricostruzione post-sisma. L’anziana di Moreggini, ormai unica abitante del borgo frazione di Fiastra, nel maceratese, era finita sotto sfratto per alcune irregolarità nella costruzione di una casetta in legno, avvenuta dopo il terremoto. A suo sostegno, vi era stata una grande mobilitazione. A giugno, l’annuncio che sarebbe potuta rientrare presto nella sua casa provvisoria costruita subito dopo le scosse di terremoto che hanno messo in ginocchio il Centro Italia.

La battaglia delle figlie di Peppina Fattori

L’anziana di 96 anni, dopo praticamente un anno di attesa, è rientrata nell’abitazione oggi, accompagnata dalle due figlie Agata e Gabriella. Nonna Peppina, come ormai tutti conoscono la donna, aveva soggiornato da una di loro, a Castelfidardo in provincia di Ancona, e sempre lì aveva passato un periodo di convalescenza nella locale Rsa per la riabilitazione dopo la frattura al polso. La donna avrebbe dunque di che sorridere, ma le sue figlie proseguono nella loro battaglia e anche alla vigilia del rientro dell’anziana nella sua abitazione hanno voluto far sapere che resteranno al fianco delle popolazioni terremotate.

Ha spiegato la figlia Agata: “Questa è una gioia limitata dal fatto che il provvedimento di dissequestro e quella chiave infilata nella toppa arrivano dopo un percorso doloroso”. La donna ha altresì ricordato: “Alcune istituzioni hanno preferito ignorare il dramma di Peppina” e di tanti nella sua situazione. Quindi è tornata a chiedere “una legge quadro” per i terremotati. Nonna Peppina, arrivando oggi a Fiastra, si è invece limitata a dire: “Ringrazio tutti quelli che mi hanno voluto bene ma anche quelli che mi hanno voluto male. Sono tanto emozionata, ma anche contenta”.

Leggi tutte le nostre notizie su Google News