CONDIVIDI
Morta in piscina
(Websource)

In vacanza a Bali, si sveglia presto e scende a fumare una sigaretta a bordo piscina, poco dopo il fidanzato la trova morta.

La morte di Nathalie Morris, 29enne di Cardiff, è ancora avvolta nel mistero: la ragazza si trovava in vacanza a Bali con il fidanzato ed è stata trovata da questo priva di vita a bordo della piscina dell’hotel che li ospitava. Nathalie si era svegliata presto ed era scesa a fumare una sigaretta, il fidanzato, Andrew, si è svegliato dopo di lei e non vedendola a letto è sceso in piscina per raggiungerla ed ha fatto la tragica scoperta. Il corpo della ragazza gallese sarà riportato in giornata a Cardiff, intanto il Foreign and Commonwealth Office si è attivato per indagare insieme alle autorità locali e scoprire le cause che hanno portato alla morte di Nathalie.

Leggi anche -> Il padre si difende “Ho ucciso mia moglie, le bimbe le ha ammazzate lei”

Muore in vacanza dopo essere scesa a fumare una sigaretta, il fidanzato le avrebbe chiesto la mano

In attesa che le autorità riescano a spiegare la tragedia e scoprire cosa abbia causato la morte di Nathalie, gli amici, sconvolti dalla notizia, ricordano la 29enne come una ragazza solare, piena di amici e con il sogno di girare il mondo. Per quest’anno aveva deciso di andare a Bali con il fidanzato, una meta che voleva raggiungere da tempo ed in cui il giovane le avrebbe chiesto la mano. A condividere questo dettaglio del viaggio è la sorella Janine che ai media locali ha detto: “Una persona adorabile e vibrante, appassionata di viaggi. Voleva girare il mondo, aveva tantissimi amici e una grande voglia di vivere. Andrew le avrebbe chiesto di sposarla proprio in quei giorni”.

Leggi le nostre notizie su Google News