CONDIVIDI
Emmanuel Macron
(CHARLY TRIBALLEAU/AFP/Getty Images)

Il presidente francese Emmanuel Macron sempre più solo: crolla la popolarità e perde un uomo di fiducia, il portavoce dell’Eliseo.

Il portavoce dell’Eliseo, Bruno Roger-Petit, lascia il suo ufficio quasi un anno dopo il suo arrivo. Dopo le dimissioni di due ministri e una popolarità ai minimi storici, il presidente francese Emmanuel Macron è sempre più solo. Bruno Roger-Petit ha lasciato la sua posizione come editorialista presso Challenges, per essere nominato consigliere e portavoce della presidenza della Repubblica il 29 agosto dello scorso anno. Da quel momento in poi, più volte era stato considerato sul punto di lasciare.

Leggi anche –> Parigi, incidente fra due gendarmi motociclisti davanti a Macron – VIDEO

Perché si è dimesso il portavoce di Emmanuel Macron

Stando alle fonti ufficiose, la sua partenza fa parte di una più ampia ristrutturazione della comunicazione dell’Eliseo. Secondo le informazioni di Echoes, Sylvain Fort, stretta collaboratrice di Emmanuel Macron, si occuperà tutta la comunicazione presidenziale, assistita da Sibeth Ndiaye. Durante la campagna presidenziale, “BRP”, come è soprannominato, aveva scritto molti editoriali a favore di Emmanuel Macron. Fu poi nominato dal Presidente della Repubblica come portavoce dell’Eliseo, un posto vacante da molti anni.

Ma la sua gestione dell’affare Benalla quest’estate lo ha messo nei guai. Era stato il primo a parlare di questo argomento ad una improvvisata conferenza stampa. Il suo intervento di appena due minuti conteneva menzogne, compresa la sua affermazione che Alexander Benalla era stato rimosso dal suo incarico “in termini di organizzazione della sicurezza del viaggio del presidente dopo lo slittamento del 1 ° maggio”. Nelle scorse ore, per Macron era arrivato un sondaggio preoccupante. Secondo uno studio realizzato dall’istituto Ifop, solo il 31% dei francesi si dice soddisfatto per l’azione del presidente.

Leggi anche –> Macron insultato e preso a uova in faccia- VIDEO

Leggi tutte le nostre notizie su Google News