CONDIVIDI
omicidio nicotera
Trovati i presunti autori di un omicidio avvenuto a giugno a Nicotera: sono padre e figlio

Padre e figlio sono stati arrestati questa mattina dai carabinieri per un omicidio avvenuto nello scorso mese di giugno per droga.

Nello scorso mese di giugno un delitto efferato era accaduto a Nicotera, in provincia di Vibo Valentia. In quella circostanza venne ucciso Stefano Piperno, un giovane di 34 anni, il cui cadavere venne ritrovato all’interno dei resti dati alle fiamme della sua auto. Il corpo era completamente carbonizzato e venne incendiato con il veicolo dagli assassini dello stesso Piperno. Ora, a distanza di due mesi, i killer sono stati rintracciati ed arrestati. Si tratta di padre e figlio residenti sempre a Nicotera. Gli accusati si chiamano Francesco ed Ezio Perfidio, di rispettivamente 58 e 34 anni. Gli inquirenti sono certi che gli assassini sono loro. Piperno lavorava all’interno di un centro di accoglienza per extracomunitari, e con tutta probabilità è stato ammazzato per un debito contratto con i due killer. La vittima, oltre a non onorare le scadenze che incombevano su di lui, pare facesse anche pressanti richieste per avere altre sostanze stupefacenti.

Omicidio in Calabria, trovati gli assassini

Si è quindi arrivati al punto di decidere di eliminarlo. I Perfidio padre e figlio sono fortemente sospettati non solo per omicidio ma anche per occultamento e distruzione di cadavere. E con loro è indagata anche l’altra figlia di Francesco Perfidio, Sonia, per favoreggiamento e soppressione di cadavere. Il provvedimento di arresto per i due uomini è scattato su disposizione del gip del Tribunale di Vibo Valencia, all’interno dell’indagine soprannominata ‘Metide’. Sempre a Nicotera, appena tre settimane fa, era stato compiuto un altro delitto. Vittima un 45enne con precedenti per droga, già noto alle forze dell’ordine. L’uomo era stato colpito a bruciapelo da distanza ravvicinata mentre si trovava in uno stabilimento balneare, in quello che è parso essere fin da subito un regolamento di conti.

Leggi tutte le notizie di ViaggiNews su Google News