CONDIVIDI
blerta pocesta
La famiglia Pocesta

Famiglia “friulana” sterminata in Macedonia, da dove era giunta ai primi anni Novanta: l’assassina è la figlia maggiore della coppia.

Emerge la verità sulla famiglia macedone, da tempo residente in Italia, sterminata lo scorso 27 agosto a Debar, cittadina macedone al confine con l’Albania: la famiglia Pocesta , composta da padre, madre e figlia 14enne, era tornata in Macedonia per partecipare al matrimonio di alcuni parenti. Qui si è consumato il massacro.

Per saperne di più –> Famiglia sterminata: padre, madre e figlia adolescente uccisi nel sonno

Le indagini sulla famiglia sterminata e l’arresto di Blerta Pocesta

Il quadro delle indagini sembra ora completarsi: a sterminare la famiglia Pocesta sarebbe stata la figlia maggiore della coppia, Blerta. Lo ha rivelato Amir Findo, nipote della coppia uccisa, che risiede a Cordignano, nel Trevigiano. Secondo il giovane, contro la cugina ci sarebbero numerose prove. “Da quello che risulta alla nostra famiglia, la figlia maggiore, Blerta, ha confessato e si trova in galera”, ha sottolineato, spiegando come esisterebbero diverse fotografie della ragazza, giunta in Macedonia prima della strage familiare.

La coppia aveva tre figlie e secondo quanto si era appreso in un primo momento soltanto la minore si trovava con loro: invece Blerta Pocesta, 25 anni, aveva raggiunto la famiglia in Macedonia, poi compiuta la strage se ne sarebbe tornata tranquillamente in Friuli, dove vive anche la terza sorella. La conferma dell’arresto è riportata anche da alcuni siti macedoni. La tesi è che la 25enne, per provare a mascherare quello che aveva fatto, sarebbe anche tornata a Debar, una volta che il triplice omicidio era divenuto di pubblico dominio. Oltre alla giovane, sarebbero finiti in manette altri due cittadini macedoni. Uno avrebbe fornito l’arma del delitto, l’altro invece supporto logistico a Blerta Pocesta.

Leggi tutte le nostre notizie su Google News