CONDIVIDI
maniaco tangenziale
Un maniaco corre in tangenziale per molestare una donna, alla fine viene fermato

Nel Napoletano un imprenditore di 40 anni si è lanciato all’inseguimento di una giovane sconosciuta compiendo atti osceni al volante

Quando si parla di auto-erotismo. E no, non è una battuta, ma esattamente ciò che è accaduto sulla Tangenziale napoletana, dove una giovane ragazza deve aver passato davvero un brutto quarto d’ora per colpa di un uomo che evidentemente proprio non è riuscito a controllare i suoi istinti più bassi. Un episodio decisamente controverso si è verificato su di un tratto di strada a Napoli. Sulla Tangenziale alle porte del capoluogo campano, tra il quartiere Fuorigrotta e Cuma, un uomo di 40 anni ha seguito una giovane donna a bordo della propria auto mostrandosi in atteggiamenti inequivocabili. Il maniaco stava compiendo atti di autoerotismo mentre guidava, quindi in quel frangente oltre a non essere esattamente un esempio di rettitudine rappresentava anche un pericolo enorme per la propria incolumità, oltre che per quella degli altri automobilisti. Il tutto è andato avanti per circa 8 km, in un inseguimento in piena regola che ha ovviamente scandalizzato la ragazza mentre dall’altra auto il suo “ammiratore” continuava nel suo show personale. Alla fine, per fortuna, l’uomo è stato fermato ed identificato da parte della polizia stradale.

Maniaco insegue ragazza in tangenziale e compie atti di autoerotismo

Scene davvero poco edificanti, quelle che si sono verificate sulla Tangenziale di Napoli, ad opera di un maniaco dedito all’auto-erotismo che ha letteralmente perseguitato una ragazza tranquillamente alla guida del suo veicolo mentre lui si lasciava andare a gesti inconsulti, finché alla fine non è stato catturato e messo al suo posto. Nei suoi confronti è stata emessa una denuncia per violenza privata, ma ci sarebbero anche i presupposti per procedere con atti osceni oltre che per guida pericolosa. Si tratta di un imprenditore residente proprio a Napoli. Nel suo folle agire, il pazzo si è accostato con il proprio veicolo accanto a quello della sua vittima designata, mostrandosi come non avrebbe dovuto per alcuni minuti. È stata proprio la ragazza a segnalare quanto successo alla PolStrada e contribuendo con i dettagli da lei forniti alle forze dell’ordine a farlo catturare.