CONDIVIDI
Runa Moccia
(Facebook)

Runa Moccia: tutte le novità sul caso della giovane scomparsa ad Asti, dall’inchiesta della Procura di Torino alle nuove segnalazioni.

Da ormai più di un mese si cerca la 17enne Runa Moccia, scomparsa ad Asti. Del caso vi abbiamo parlato nei giorni scorsi, quando il padre della ragazza, Pietro, aveva lanciato un disperato appello. Successivamente, erano emersi diversi dettagli: in particolare aveva attirato la curiosità degli inquirenti un messaggio apparso il giorno di Ferragosto sulla sua bacheca Facebook: “Sto bene”, aveva scritto, ma secondo il padre quel messaggio non è stato scritto dalla figlia.

Per saperne di più –> Runa Moccia scomparsa da un mese: si cerca anche il fidanzato egiziano

Tutti i dettagli emersi sulla scomparsa di Runa Moccia

Anche nel pomeriggio di oggi, durante la trasmissione ‘La Vita in diretta’, sono emersi dettagli nuovi sul caso. Innanzitutto, la procura di Torino ha aperto un fascicolo contro ignoti per il reato di accesso abusivo sui social. Questo proprio in relazione a quanto avvenuto il giorno di Ferragosto. Ci sono poi diverse testimonianze che attestano come Runa Moccia sia stata avvistata nella zona di Asti più volte negli ultimi giorni: un avvocato egiziano, ovvero della stessa nazionalità del fidanzato della ragazza, sostiene di averla vista qualche giorno fa e poi ancora ieri.

Anche il fidanzato della 17enne, come noto, è scomparso nel nulla e da più parti sembra esserci la certezza che i tuoi stiano insieme e che quello della ragazza sia un allontanamento volontario. Ipotesi a cui non crede suo papà, il quale ha ricevuto diversi messaggi sul cellulare e che in collegamento televisivo sottolinea: “Un padre conosce la sua figlia, come scrive in modo totalmente diverso: non è mia figlia, la riconoscerei”.

Leggete le nostre notizie su Google News