CONDIVIDI
Federico Pesci
(Websource)

Il noto imprenditore di Parma Federico Pesci ha adescato una ragazza di 21 anni per portarla a casa e seviziarla per 5 ore, poi come nulla fosse successo l’ha lasciata andare a casa.

Un appuntamento a cena si è trasformato in un incubo per una ragazza di appena 21 anni di Parma. La giovane è stata contattata su Facebook dal noto imprenditore parmense Federico Pesci, proprietario di una serie di negozi di abbigliamento in via Emilia, e convinta ad uscire per un appuntamento. L’uomo (46 anni) è passato a prendere la ragazza con la sua moto e l’ha portata in un locale dove hanno passato la serata, quindi nel suo attico per un rapporto sessuale consenziente. Pesci, però, aveva altri programmi e arrivato a casa ha contattato uno spacciatore, Wilson Ndu Aniyem, per farsi portare della droga. A questo punto sono cominciate 5 ore da incubo in cui l’uomo ha violentato e seviziato la ragazza resa inerme dalla droga.

Leggi anche -> Ragazza violentata a Reggio Emilia, Salvini annuncia: “Arrestato un richiedente asilo”

Leggi anche -> Rimini, turista danese violentata: il colpevole è al quarto stupro

Ragazza di 21 anni seviziata da un noto imprenditore: la denuncia alla polizia

Terminata la notte di violenze, la ragazza ha fatto ritorno a casa in stato confusionale. Il giorno seguente risultava assente, aveva lividi sulle braccia e sulle gambe e non riusciva a mangiare. I genitori hanno capito che le era successo qualcosa e l’hanno portata in ospedale per un controllo, qui sono emersi con evidenza i segni di violenza sessuale. A questo punto gli agenti hanno interrogato la ragazza per farsi dire chi fosse il colpevole dell’aggressione sessuale e la giovane ha fatto il nome dell’imprenditore e dello spacciatore. La polizia ha quindi arrestato entrambi, ma al momento non sono stati resi noti i capi d’accusa: sono da accertare infatti le responsabilità dei due.

Sconvolto dall’accaduto il sindaco della città emiliana Federico Pizzarotti, il quale ha chiesto alla cittadinanza di stare vicino alla ragazza in questo momento di difficoltà: “Difficile anche da leggere fino in fondo. Sia fatta giustizia senza se e senza ma. A nome di tutta la comunità parmigiana e della sua gente, ci stringiamo attorno alla ragazza che ha subito forme di violenza indicibili”.

Le News di Viagginews atterrano anche su GoogleNews, Seguici QUI per restare sempre aggiornato!