CONDIVIDI
Decapita la fidanzata
(Websource)

Un uomo decapita la fidanzata davanti alla figlia di 3 anni, la piccola ha raccontato alla polizia di aver visto il padre che tagliava la testa della madre con le forbici.

Timothy Hernandez ha ucciso la propria fidanzata, Vanessa Cons, davanti alla figlia di 3 anni. L’atroce delitto è stato compiuto in una cittadina dello stato di Washington e l’uomo ha confessato alla polizia il suo folle gesto, giustificandolo, però, come una richiesta di Dio. Dopo essere stato arrestato, infatti, l’uomo ha detto agli agenti: “Ho parlato con Dio e mi ha ordinato di ucciderla perché non si era pentita”.

Secondo quanto riferito dall’assassino agli agenti, dopo aver ricevuto istruzioni l’uomo è andato dalla fidanzata e le ha chiesto di pentirsi, ma questa si è rifiutata e lui l’ha sgozzata con un coltello. Una volta uccisa ha chiamato la figlia di 3 anni e le ha detto di andare a salutare la madre, quindi, con la bambina dinnanzi a quel terrificante spettacolo, ha cominciato a tagliarle la testa con un coltello da macellaio. La bambina ha confermato agli agenti la versione del padre, dicendo loro di averlo visto mentre tagliava la mamma con delle forbici (in realtà era un coltello da macellaio).

Arrestato per il crimine commesso l’uomo potrebbe essere giudicato incapace di intendere, ma Timothy rigetta questa versione dicendo: “Io non sono pazzo, altrimenti non vi avrei riferito tutta la verità”. Giudicato instabile e pericoloso il giudice ha fissato la cauzione per un milione di dollari, una somma che difficilmente potrà essere pagata e che dovrebbe garantire la sua permanenza in carcere fino alla conclusione del processo.

Decapita la fidanzata davanti alla figlia di 3 anni: il dolore e l’incredulità della sorella

Ancora in stato di shock la sorella della vittima che sul proprio profilo social ha scritto le seguenti parole: “Sembra un brutto sogno. Era una persona molto amorevole, che ha sempre messo al primo posto i suoi figli. Nonostante tutte le sfide che avrebbe dovuto affrontare nella vita, ha fatto del suo meglio per rimanere positiva e affrontare le ostilità. Il suo sorriso illuminerebbe ogni stanza e non sarà mai dimenticato”.