CONDIVIDI
lamin ceesay
(screenshot video)

Il Rapper afrocampano Lamin Ceesay in un video ricondiviso sul social ironizza su Matteo Salvini e spiega: “Torno in Africa in pedalò”.

Il rapper di origine gambiana, ma residente in Campania da diversi anni, Lamin Ceesay, ha pubblicato un video su Facebook in cui ironizza sulle scelte del ministro dell’Interno, Matteo Salvini, in materia di immigrazione. Il rapper, noto per le sue strofe contro il leader della Lega, ha realizzato un video mentre si trova in compagnia di altri amici di colore su un pedalò, nel quale spiega: “Raga’, come vedete oggi siamo in barca, abbiamo affittato una barca e quindi abbiamo fatto un piacere a Salvini e stiamo tornando in barca”.

Leggi anche –> Nave Diciotti, il Papa: “Se non si può integrare è meglio non ricevere” VIDEO

Le reazioni al video di Lamin Ceesay contro Matteo Salvini

Tanti i commenti al video, rilanciato da diverse pagine Facebook: in pochi riconoscono Lamin Ceesay, che evidentemente così noto non è, ma gli utenti si dividono tra chi riempie di insulti gli autori del video e chi invece capisce che si tratta di un video ironico. Scrive un utente: “Ma scusate, con tutto il rispetto non capite che quelli non sono immigrati clandestini!? Parlano l’italiano meglio di voi! Evidentemente saranno italiani o comunque gente che sta qui e lavora, visto che hanno affittato il pedaló, e probabilmente saranno in vacanza!”. Un altro aggiunge: “Premetto di aver votato Lega, aldilà di tutto mi stupisce come nessuno riesca a capire che sia un video ironico”.

Lamin Ceesay, in una recente intervista, aveva attaccato Salvini sulla scelta di chiudere i porti: “A Matteo Salvini, gli parlo da figlio; lui è padre ma credo non sappia cosa significhi veder morire un figlio, una moglie, un fratello o un genitore. Credo non sappia cosa significhi veramente la sofferenza perché, forse, non l’ha mai vissuta. Per me, chiudere i porti è una scelta folle. E sono d’accordo su quanto detto da Saviano”. Il rapper è arrivato in Italia nel 2014 e la sua vita è cambiata: “Ho sempre studiato e lavorato sia qui che nel mio paese. Ora, a 21 anni, ho due lavori: in Prefettura come mediatore culturale e in una casa famiglia a Capezzano mentre prima facevo l’orafo”.

Leggi anche –> Renzi un anno fa diceva le stesse cose di Salvini sui migranti – VIDEO