CONDIVIDI
Papa Francesco
(GREGORIO BORGIA/AFP/Getty Images)

Papa Francesco sulla Nave Diciotti: “Se non si può integrare è meglio non ricevere” VIDEO. 

Papa Francesco sul volo di ritorno da Dublino ha risposto in merito ad una domanda sulla vicenda della Nave Diciotti e più in generale sul tema dell’immigrazione incontrollata che riguarda così da vicino il nostro Paese. Al contrario di quanto era sembrato in passato soprattutto per informazioni parziali date dai media, il Pontefice non è in realtà a favore di un’immigrazione incontrollata e non è un fautore dell’accoglienza totale e a tutti i costi.

Leggi anche –> Caso Diciotti, denunciato il pm che ha messo sotto inchiesta Matteo Salvini

Ecco le parole di Papa Francesco: “Accogliere lo straniero è un principio morale. Ma è un accogliere ragionevole, per questo bisogna coinvolgere tutta l’Europa. L’integrazione è la condizione per accogliere e ci vuole la prudenza del governante su questo, per accogliere quanti possono essere integrati e se non si può integrare è meglio non ricevere. Ho visto in un filmato registrato di nascosto dove si vede ciò che succede a coloro che vengono rimandati indietro e che sono ripresi dai trafficanti. È doloroso: le donne e i bambini sono venduti, ma gli uomini ricevono le torture, le più sofisticate. Prima di rimandarli indietro, si deve pensare bene, bene, bene”. 

Il Pontefice a proposito dei migranti della nave Diciotti accolti dalla Chiesa Italiana spiega: “Accogliere è un principio morale vecchio come la Bibbia. Ma non si può accogliere alle belle étoile, ma in modo ragionevole, con prudenza.  Quello che ha fatto il lavoro col ministro dell’Interno è stato padre Aldo Bonaiuto della Comunità di don Benzi e insieme la conferenza episcopale italiana. Il cardinale Gualtiero Bassetti ha guidato al telefono da qui. Ha negoziato col ministro il sottosegretario don Ivan Maffeis. I migranti andranno a Rocca di Papa nella comunità del Mondo Migliore”.