CONDIVIDI
linciaggio
(screenshot video)

Salento costa ionica vicino Gallipoli: Si finge adolescente e adesca una ragazzina, rischia il linciaggio e viene salvato dai carabinieri.

Si finge un adolescente su Facebook e inizia a chattare con una ragazzina di 12 anni, invitandola poi a un incontro al buio. Accade a Marina di Mancaversa, piccola località sulla costa ionica salentina, a due passi da Gallipoli. In realtà chi ha lanciato l’invito alla giovanissima di anni ne ha circa 50 e all’appuntamento, a pochi metri di distanza, si sono presentati anche i genitori della vittima. A quanto pare, a insospettire i genitori sarebbero stati altri episodi simili, sempre con protagonista il 50enne, residente nel barese.

Leggi anche –> Benevento, pedofilo ucciso: parla la famiglia della ragazzina stuprata

Cosa è accaduto nel Salento l’altra notte

Il presunto pedofilo è stato accerchiato da un capannello di gente che sostava nei pressi del bar. Le immagini del tentativo di linciaggio da parte della folla sono state riprese in un video rilanciato su Facebook e da alcune emittenti locali. L’uomo è stato sottratto alla furia dei residenti dall’intervento dei militari dell’Arma dei Carabinieri, che lo hanno scortato fino alla locale Caserma della vicina Taviano. Stando a quanto si apprende, non si sarebbe arrivati all’approccio fisico con le ragazzine e le indagini dovranno appurare quanto accaduto.

In un primo momento era emerso che il 50enne avrebbe tentato di aggredire la 12enne e puntandole un coltello addosso avrebbe cercato di portala con sé. Poi è emerso l’accaduto, mentre la rabbia incontrollata della gente era ormai esplosa. Sul posto anche la Polizia di Stato di Gallipoli e il personale medico-sanitario del Suem 118.