CONDIVIDI
Facebook

I soccorritori accorsi nella zona del torrente Raganello hanno salvato ieri la piccola Chiara, una bambina di 9 anni trovata accanto ad un cadavere i cui genitori sono morti a causa dell’esondazione.

L’improvvisa esondazione del torrente Raganello, ieri a Cosenza ha causato la morte di almeno 8 persone (4 uomini e 4 donne) che si trovavano nelle gole del parco naturale in provincia di Cosenza per discendere il corso del fiume ed ammirare la bellezza di quelle rocce scavate nei secoli dalla forza dell’acqua. Nulla hanno potuto fare gli escursionisti per salvarsi la vita, troppo improvvisa la furia del torrente che li ha investiti. Già ieri i soccorritori hanno tratto in salvo 23 persone appartenenti a due gruppi di escursionisti che avevano organizzato una visita guidata alle grotte ed alle gole (erano 36 in tutto), tra questi sono state 8 le vittime e 5 i dispersi tra cui potrebbero esserci dei bambini (possibile dunque che il bilancio delle vittime sia più alto).

Leggi anche -> Tragedia del torrente in Calabria, tra i dispersi potrebbero esserci dei bambini

Leggi anche -> Torrente esonda in Calabria: strage di escursionisti, bilancio gravissimo

Cosenza, esondazione del torrente Raganello: salvata la piccola Chiara, la bimba era accanto ad un cadavere

Tra gli escursionisti salvati dai soccorsi c’è anche la piccola Chiara, una bambina di 9 anni che è stata trovata in mezzo al fango, accanto ad un cadavere. A parlare del salvataggio è stato uno dei soccorritori, Pasquale Gagliardi, che su Facebook ha postato una foto che lo ritrae mentre porta sull’elicottero la bambina. Il soccorritore ha poi raccontato il momento in cui hanno trovato la piccola Chiara: “Era semi cosciente ma in evidente stato di choc. L’abbiamo trovata accanto ad un cadavere e da quello che ho saputo in seguito, quasi certamente i genitori sono tra le vittime”. Emblematico della tragedia vissuta dalla piccola lo scatto in cui si vede il soccorritore di spalle che abbraccia la bambina di cui si vede esclusivamente il braccio completamente coperto di fango.

Leggi anche -> Torrente esonda, turisti travolti: dramma e vittime in Calabria