CONDIVIDI
Caterina Balivo svela il dramma vissuto: "Eravamo coi bambini, abbiamo avuto paura di non farcela"
(Instagram)

Caterina Balivo spiega ai suoi fan il perché del post di ieri, dopo che molti hanno insistito per conoscere i dettagli della sua disavventura. La conduttrice ha spiegato che non è successo nulla di grave ma che ha temuto di non farcela.

Il post di ieri in cui Caterina Balivo in cui si diceva pronta a sorridere di nuovo nonostante la disavventura vissuta il giorno precedente, ha generato un’attenzione smisurata tra i suoi follower. Alcuni infatti hanno cominciato a chiedere insistentemente cosa fosse successo e quando lei ha risposto di avere bisogno di tempo per metabolizzare, alcuni l’hanno persino criticata, accusandola di aver voluto attirare l’attenzione e creare suspense inutile.

Leggi anche -> Caterina Balivo, il dramma nella notte: paura per la sua famiglia

La risposta della Balivo ai Fan: “Ci siamo persi e abbiamo avuto paura di non farcela”

Data la preoccupazione suscitata dalle sue parole la conduttrice Rai si è vista costretta a precisare che non è successo nulla di grave, ma che il post era uno sfogo per la paura provata la sera prima, quindi ha spiegato in breve la sua disavventura: “Ragazzi !!! Allora non è successo niente di grave per fortuna. Ma sarebbe potuto succedere perché con la mia amica e i bambini ci siamo persi poco prima della mezzanotte, su un promontorio con strada sterrata, stretta e a picco sul mare. Così per un’ora senza connessione al Gps e ai telefonini. Dovevamo mascherare tutto per non spaventare i bambini con noi .. ma si sa i bambini capiscono sempre tutto”.

Spiegato l’episodio la conduttrice ha chiesto che non si monti un caso su questo post, poiché ci sono notizie ben più gravi di cui trattare ed altri motivi per cui essere tristi, sopratutto in questi giorni: “Ora spero di non vedere titoli sul web strani perché così si genera solo disinformazione e preoccupazione. E aggiungo si manca anche di rispetto a chi davvero ha subito cose gravi e inattese. E qui fermo il dito perché dal 14 agosto tutti noi italiani ci sentiamo tristi delusi e meno sicuri”.