CONDIVIDI
(Websource)

Autostrade, 500 milioni di euro per Genova: nuovo ponte in acciaio in 8 mesi. 

Il Consiglio di Amministrazione di Autostrade si è aperto con un minuto di silenzio per le 43 vittime del crollo del Ponte Morandi di Genova. Poi sono arrivate le decisioni che faranno discutere. I vertici hanno presentato un piano le cui linee generali sono state poi sintetizzate in una nota ufficiale: “Il cda ha ascoltato i responsabili tecnici in merito alle attività svolte dalla concessionaria relativamente all’opera e alle azioni messe in atto sin dai primi minuti. Più di 150 uomini e mezzi della società hanno collaborato con le istituzioni locali, Protezione civile, Vigili del fuoco, forze di Polizia. Condividiamo la prima lista di iniziative (per una stima preliminare di 500 milioni di euro finanziati con mezzi propri) già annunciata nel corso della conferenza stampa di sabato a Genova”.

In questa cifra dovrebbero essere comprese attività a supporto delle famiglie delle vittime e degli sfollati, la sospensione del pedaggio su alcune tratte, iniziative per la viabilità di Genova e la ricostruzione del nuovo ponte. A questo proposito si legge nella nota che “sta proseguendo le attività di progettazione per la ricostruzione del ponte Morandi. Il progetto vede coinvolti imprese, esecutori e progettisti anche di livello internazionale e prevede la demolizione delle attuali strutture rimaste e la ricostruzione del ponte in acciaio secondo le più moderne tecnologie ad oggi disponibili in un periodo stimato di 8 mesi a decorrere dall’ottenimento delle necessarie autorizzazioni”.