CONDIVIDI
Amatrice
(Facebook)

A causa del forte choc, diventa muta dopo il terremoto di Amatrice: la nuova vita di Serena, una ragazza di 15 anni, dopo la paura.

Lo sciame sismico che da giorni spaventa il Molise ha riacceso i riflettori sulla sismicità del nostro territorio, intanto a quasi due anni dal terremoto di Amatrice, che innescò una serie di forti scosse che hanno messo in ginocchio l’Italia Centrale, arriva dalla cittadina del rietino una vicenda che sembra evolvere verso un lieto fine. Serena D’Amico, 15 anni, dopo quel 24 agosto 2016, non aveva più parlato. La sua vicenda è stata raccontata al ‘Messaggero’ dalla sua professoressa di italiano, storia e geografia, Maria Flavia Perotti.

Leggi anche –> Terremoto centro Italia. Amatrice rasa al suolo: parla il Sindaco

Serena, il ricordo della nonna e la rinascita dopo Amatrice

La donna ha spiegato: “Succedeva sempre nell’ora di geografia. Tra gli argomenti c’era anche il tema del terremoto: quando intuiva che potessi parlare dell’argomento, Serena si alzava e senza dire nulla usciva dalla classe. Non ho mai provato a fermarla”. In sostanza, Serena vive in maniera drammatica lo choc del terremoto di Amatrice per oltre un anno, non parlando non nessuno.

Lo scorso 6 dicembre, cambia qualcosa: in classe viene assegnato un tema libero e lei decide di parlare di sua nonna, quella che definisce “la persona più importante al mondo”, che purtroppo quella notte perse la vita. Serena racconta di quel dramma, nel tema, e poi parla della nonna e lo fa al presente: “È una persona forte che si è sempre sacrificata per il bene della famiglia: per me è una seconda mamma. Utilizzo i tempi al presente perché lei non merita di essere ricordata al passato. Io non accetterò mai che se ne sia andata così, senza salutare”. Il ricordo della nonna ‘sblocca’ l’adolescente: “Dopo quel tema Serena si è sbloccata prendendo parte alle lezioni. Ha iniziato a raccontare della sua vita ad Amatrice, di com’era prima del terremoto e così via. Il tema ha segnato una sorta di rinascita alla vita per la ragazza”.

Leggi anche –> Incubo suicidi ad Amatrice. L’allarme della psicologa: “C’è un serio rischio”