CONDIVIDI
Usain Bolt
(SAEED KHAN/AFP/Getty Images)

Usain Bolt, la leggenda dell’atletica, a Sidney per inseguire un sogno, quello di diventare calciatore: “E’ tutto vero!”, ha detto.

L’otto volte medaglia d’oro olimpica e 11 volte campione del mondo, il giamaicano Usain Bolt, è atterrato sabato a Sydney sabato per quello che viene definito un “periodo di allenamento indefinito”. La leggenda dell’atletica insegue il sogno del calcio e si aggregherà alla squadra di serie A, Central Coast Mariners. Con addosso la sciarpa del club, Usain Bolt ha salutato brevemente un piccolo gruppo di fan dei Mariners all’aeroporto internazionale di Sydney.

Leggi anche –> Londra: Usain Bolt è la nuova statua del Madame Tussauds

Il sogno da calciatore di Usain Bolt

Nel giorno che dovrebbe sancire l’esordio in Serie A di Cristiano Ronaldo con la maglia della Juve, il giamaicano insegue il suo sogno e ha tre mesi di tempo per prepararsi all’esordio con la maglia della squadra di club australiana. Infatti, i Mariners potrebbero offrire un contratto a tempo pieno in tempo per l’inizio della stagione 2018-19 a fine ottobre. Usain Bolt ha già tentato la strada del calcio e a giugno è sceso in campo con i norvegesi dello Strømsgodset: esordio amaro con la sconfitta in amichevole con la nazionale Under 19 della Norvegia, la leggenda dell’atletica è entrata in campo a venti minuti dalla fine.

Ma stavolta sembra fare sul serio: “Ho detto che tutto questo è reale e sono qui per mostrare cosa posso fare”, ha detto Bolt all’atterraggio. Quindi ha aggiunto: “So di cosa sono capace e so cosa posso fare, quindi questa è un’opportunità”. Mark Leadbeatter, britannico trapiantato in Australia, è il patron della squadra: “Niente è impossibile. Fintanto che si basa sui principi del calcio, perché no?”, domanda. Usain Bolt potrebbe iniziare ad allenarsi martedì prossimo, proprio in concomitanza col suo 32esimo compleanno.