CONDIVIDI
terremoto molise
(Facebook)

Terremoto Molise, nuove scosse anche nella notte: lo sciame sismico non si ferma più, magnitudo 3.3 e altri eventi sismici.

Il terremoto è tornato in questi giorni a spaventare l’Italia: l’altro ieri, il terremoto di magnitudo Ml 5.2 (Mw 5.1) localizzato alle ore 20:19 a pochi chilometri da Montecilfone, in Molise. Tra le repliche, la più forte alle ore 22:22 quando è stato registrato un terremoto di magnitudo Ml 4.5. Invece la sera del 14 agosto c’era stata un’altra scossa, con stesso epicentro e magnitudo 4.8 che aveva allarmato la popolazione molisana.

Leggi anche –> Terremoto Molise: nuove scosse poco fa, “come a San Giuliano nel 2001”

Nella notte in Molise una scossa di magnitudo superiore a 3

Lo sciame sismico non sembra ora arrestarsi e sono state diverse le scosse che tra ieri sera e stamattina si sono registrate nella stessa zona. La più forte, di magnitudo 3.3, alle 00:48 ora italiana, a 5 km da Montecilfone e un ipocentro a 22 km di profondità. Stamattina alle 5.25 una nuova scossa, di magnitudo 2.9 e in tutto sono state sei le scosse che hanno superato magnitudo due in poche ore, l’ultima appena un’ora fa.

Secondo il geologo Emanuele Tondi, la serie di scosse si colloca “lungo la zona di deformazione crostale associata alla Faglia di Mattinata. Questa faglia è osservabile in superficie a sud del Gargano, da San Marco in Lamis, passando per San Giovanni Rotondo, Monte Sant’Angelo e Mattinata. Poi continua verso est al di sotto del Mare Adriatico e verso ovest al di sotto dell’appennino molisano. Nel suo complesso la zona di faglia è chiamata “Linea sud-garganica” ed ha una lunghezza maggiore di 150 km”.

Lo stato di un’abitazione in Molise