CONDIVIDI

L’Italia Centrale trema ancora: scossa in Umbria poco fa, epicentro a Costacciaro, al confine con le Marche, magnitudo 3.4

L’Italia trema ancora e stavolta a essere colpita è la zona tra Marche e Umbria. L’epicentro a Costacciaro, in provincia di Perugia, con scossa avvertita distintamente nei comuni della fascia appenninica, ovvero la zona del Monte Cucco. Due gli eventi sismici: il più forte alle 16,30, di magnitudo 3.4, la seconda dopo due minuti di magnitudine 2.1, a una profondità di 8 chilometri. La scossa è stata avvertita in diverse località delle due Regioni centrali, come Gubbio e Assisi.

Paura nei giorni scorsi per il terremoto in Molise

Purtroppo, il terremoto è tornato in questi giorni a spaventare l’Italia: l’altro ieri, il terremoto di magnitudo Ml 5.2 (Mw 5.1) localizzato alle ore 20:19 a pochi chilometri da Montecilfone, in Molise. Tra le repliche, la più forte alle ore 22:22 quando è stato registrato un terremoto di magnitudo Ml 4.5. Invece la sera del 14 agosto c’era stata un’altra scossa, con stesso epicentro e magnitudo 4.8 che aveva allarmato la popolazione molisana.

Nella piccola Regione del Centro Sud, lo sciame sismico non sembra ora arrestarsi e sono state diverse le scosse che tra ieri sera e stamattina si sono registrate nella stessa zona. La più forte, di magnitudo 3.3, alle 00:48 ora italiana, a 5 km da Montecilfone e un ipocentro a 22 km di profondità. Stamattina alle 5.25 una nuova scossa, di magnitudo 2.9 e in tutto sono state sei le scosse che hanno superato magnitudo due.

Leggi anche –> Terremoto Molise: nuove scosse poco fa, “come a San Giuliano nel 2001”