CONDIVIDI
kofi annan
(Adam Berry/Getty Images)

Addio a Kofi Annan, ex segretario dell’Onu e premio Nobel: viene definito “un visionario” che sognava la pace nel mondo e la giustizia.

L’ex segretario generale delle Nazioni Unite e vincitore del Premio Nobel per la pace Kofi Annan è morto all’età di 80 anni. Annan, che è nato in Ghana nel 1938, è stato il settimo segretario generale delle Nazioni Unite, dal 1997 al 2006. Dal 2007, è stato membro di The Elders, un gruppo umanitario composto da una dozzina di leader e attivisti di levatura mondiale formati da Nelson Mandela. Nel 2013, Annan è diventato il suo presidente. La Fondazione Kofi Annan ha confermato la sua morte con “immensa tristezza” in una dichiarazione pubblicata su Twitter.

Leggi anche –> Winnie Mandela, è morta: addio all’ex moglie di Nelson Mandela

Chi era l’ex presidente dell’Onu, Kofi Annan

Annan è morto serenamente sabato mattina dopo una breve malattia, con sua moglie Nane e i loro tre figli al suo fianco durante i suoi ultimi giorni, dice la nota. La fondazione ha reso omaggio ad Annan come “uno statista globale e un internazionalista profondamente impegnato che ha combattuto per tutta la sua vita per un mondo più giusto e più pacifico”. Aggiunge la fondazione: “Durante la sua illustre carriera e guida delle Nazioni Unite, è stato un ardente sostenitore di pace, sviluppo sostenibile, diritti umani e stato di diritto”.

Nel 2001 Annan ha ricevuto il premio Nobel per la pace insieme alle Nazioni Unite “per il loro lavoro per un mondo migliore organizzato e più pacifico”. Tanti i tributi in onore di Kofi Annan appena si è appresa la notizia della sua morte. L’attuale segretario generale delle Nazioni Unite, António Guterres, ha detto alla CNN che Annan è stato “un’enorme fonte di ispirazione” per lui, aggiungendo che il defunto leader si era impegnato a rispettare i suoi principi e valori anche se doveva pagare un prezzo pesante per loro. “Non era solo uno statista, non era solo un leader, era una persona cordiale che avrebbe supportato i suoi amici nei momenti difficili, era un vero collega e un vero amico”, ha detto. L’agenzia delle Nazioni Unite per le migrazioni ha twittato: “Oggi piangiamo la perdita di un grande uomo, un leader e un visionario”. Il capo dei diritti umani delle Nazioni Unite Zeid Ra’ad Al Hussein ha detto di essere “addolorato” per la morte di Annan: “Kofi è stato il miglior esempio dell’umanità e della grazia umana”.