CONDIVIDI
Terremoto Molise
(Screenshot Video)

Terremoto Molise: la prima violenta scossa registrata a Montecilfone è stata avvertita in tutti i territori circostante, compreso Puglia, Abruzzo, Lazio e Campania. Le persone, terrorizzate, hanno condiviso la propria reazione sui social.

Il sisma di ieri sera in provincia di Campobasso, con epicentro a Montecilfone, è stato avvertito distintamente in gran parte dell’Italia centrale. Montecilfone si trova a 20 chilometri circa da San Giuliano di Puglia (zona colpita da un terrificante terremoto nel 2002) zona nella quale la scossa è stata avvertita distintamente (la scossa è stata avvertita a Bari, Brititto, Canosa e Foggia). La violenza di una scossa così imponente ha fatto sì che il terremoto venisse avvertito anche in Abruzzo (diverse le testimonianze a Pescara) e addirittura in Campania dove le case hanno tremato a Napoli, Avellino e nel Sannio. Avvertita anche se in misura minore anche nel Lazio, principalmente nel reatino, ma anche in provincia di Roma.

Leggi anche -> Terremoto Molise: la terra ha tremato 30 volte, una notte di paura

Leggi anche -> Terremoto Molise: quello che resta di una casa – VIDEO

Terremoto Molise, le reazioni sui social dalle regioni in cui è stato avvertito il terremoto

A dimostrazione del fatto che la violenta scossa di magnitudo 5.1 è stata avvertita in diverse regioni ci sono alcune testimonianze riportate sui social da cittadini spaventati. Una ragazza ad esempio ha scritto su Facebook: “Pescara… più forte dell’altra sera ha oscillato tutto compresa la televisione e il lampadario. Il bambino si è spaventato e siamo scesi in strada”. A seguire il commento di una donna che si limita a testimoniare che la scossa è stata avvertita a San Benedetto del Tronto (Marche), quindi un ragazzo che scrive: “Napoli, quarto piano, oscillazione fortissima. Scossa paurosa”. Nella stessa pagina viene scritto che la scossa è stata avvertita anche a Latina (Lazio), Aversa (Campania).

Leggi anche -> Nuova forte scossa di Terremoto le persone sono in strada e il Sisma sembra non volersi arrestare!