CONDIVIDI
Luka Modric
(Getty images)

La telenovela Modric non si è conclusa: l’Inter ci prova fino all’ultimo forte dell’intesa con il calciatore, il Real Madrid però non molla e denuncia la squadra milanese alla Fifa.

Luka Modric è il sogno di mezz’estate dell’Inter di Spalletti. La squadra nerazzurra ha fatto una campagna acquisti sontuosa che ha rinforzato la rosa a disposizione del proprio tecnico in ogni reparto. Ciò nonostante l’arrivo del croato (miglior calciatore dello scorso mondiale) avrebbe rappresentato una salto di qualità a livello tecnico, portando un calciatore in grado di migliorare notevolmente la qualità nella gestione del pallone. Se l’attacco ha guadagnato in varietà di soluzioni e qualità con l’arrivo di Keita Balde e Lautaro Martinez, la difesa è stata puntellata sugli esterni con gli acquisti di Versaljko e Asamoha, il centrocampo è stato rafforzato dall’arrivo di Nainggolan ma manca di un calciatore capace di illuminare e velocizzare l’azione come Modric.

Leggi anche -> Modric all’Inter, venerdì il giorno della verità: tutto in mano a Perez

Modric-Inter: il Real Madrid non molla il croato e pensa di denunciare la squadra milanese

Forte dei buoni uffici dei suoi croati, l’Inter ha avvicinato l’agente del calciatore e cercato di convincerlo a lasciare Madrid seguendo la strada tracciata dall’ex compagno di squadra Cristiano Ronaldo. Se nel caso del  portoghese Florentino Perez non si è opposto più di tanto (tra i due non corre buon sangue, inoltre questa era forse l’ultima occasione per monetizzare così tanto dalla sua cessione) nel caso di Modric, probabilmente anche per una questione di immagine, il presidentissimo delle Merengues ha negato al suo assistito di lasciare Madrid.

Insomma per questa finestra di mercato Modric rimarrà un calciatore del Real Madrid, ma Florentino, non contento, ha intenzione di bloccare altre iniziative come quella portata avanti dall’Inter denunciando la società milanese alla Fifa per comportamento scorretto: i nerazzurri hanno contattato il calciatore trovando con lui un accordo senza aver mai interpellato nella trattativa il Real che ha un contratto con il calciatore fino al 2020.