CONDIVIDI
(Facebook)

Stella e Carlos tornavano dalla vacanza ma sono morti con il crollo di Ponte Morandi: “Il nostro cuore sotto quel ponte”, hanno scritto i genitori di Stella quando hanno chiuso il loro ristorante.

Stella e Carlos erano di ritorno dalle vacanze verso le proprie case, nei pressi di Arezzo, quando percorrendo il tratto dell’A10 sono rimasti coinvolti nel crollo del Ponte Morandi. I due ragazzi sono entrambi deceduti, purtroppo, e le loro famiglie si sono dirette a Genova per dare loro l’ultimo addio. La famiglia di Stella lavora nella ristorazione, esattamente come era per i due fidanzati che, dopo il bel periodo di relax passato in vacanza, si sentivano di nuovo pronti a rimboccarsi le maniche per rientrare a pieno ritmo nel lavoro, o nell’attività di famiglia nel caso di Stella.

Leggi anche —> Disastro Genova: un’intera famiglia distrutta, Torino piange le sue vittime

“Il nostro cuore sotto quel ponte”, il biglietto dei genitori di Stella sulla porta del loro ristorante.

Carlos Erazzo Trujillio aveva 27 anni ed era di origine peruviana ma risiedeva a Capolona in provincia di Arezzo non molto lontano dalla fidanzata, Stella Boccia, di 24 anni. La ragazza risiedeva a Civitella in Valdichiana, sempre in provincia di Arezzo, ed assieme ai familiari gestiva un ristorante. Anche Carlos lavorava nel medesimo ambito, come cameriere, in un ristorante nella zona dell’aretino ed il fatto che i due giovani condividessero una passione in comune, così fondamentale nelle loro vite, non era certamente un caso. Le loro speranze ed i loro sogni, però, sono finiti lì, su quell’asfalto che si è sgretolato all’improvviso durante il loro passaggio, fra le macerie. Un passaggio avvenuto per due volte nella loro vita, perchè Stella e Carlos non erano della zona ma stavano passando su quel ponte per tornare a casa dalle ferie. Dopo il tragico crollo Stella Boccia è stata ritrovata senza vita quasi subito mentre per Carlos la speranza ne ha illuso la famiglia ancora per un po’ di tempo. Anche il ragazzo, però, è morto assieme alla sua innamorata ed i genitori dei due giovani sono accorsi a Genova.

La famiglia di Stella ha lasciato un biglietto, scritto distrattamente ed in fretta, sulla porta del proprio ristorante: “Ci scusiamo con la gentile clientela ma saremo chiusi per lutto. Purtroppo un pezzo del nostro cuore è rimasto sotto le macerie di Genova”.

Marta Colanera