CONDIVIDI
viadotto magliana
(Facebook)

Roma come Genova: “Quel ponte rischia di crollare”, la denuncia del parlamentare Pd Claudio Mancini sul viadotto della Magliana.

Dopo la tragedia del crollo del Ponte Morandi, l’attenzione si sposta su altre strutture pericolanti come il viadotto della Magliana, un ponte che svolge un’importante funzione di snodo da Fiumicino, ma che sarebbe a rischio crollo. L’allarme arriva dal professore di Tecnica delle Costruzioni all’Università Sapienza di Roma Remo Calzona intervistato dal ‘Corriere della Sera’ oggi.

Leggi anche -> Disastro Genova: l’ironia del giornalista inglese scatena l’ira degli utenti social

Viadotto Magliana: l’interrogazione parlamentare sullo stato dell’arteria

Un allarme che però sarebbe già stato lanciato anche dalla politica. Il viadotto sulla Magliana avrebbe carenze strutturali note da tempo, ma comunque viene attraversato ogni giorno da migliaia di automobilisti. In queste ore, il deputato Pd Claudio Mancini ha rivelato di aver già chiesto spiegazioni su un presunto sopralluogo dei vigili del fuoco. Un sopralluogo che a oggi resta un mistero e da qui nasce l’interrogazione parlamentare rivolta al ministro Matteo Salvini.

Scrive l’onorevole Mancini: “Stiamo parlando di un’arteria che ha superato da tempo il limite massimo di servizio consentito, pari a 50 anni, essendo stata costruita nel 1950. Fa parte del tratto urbano dell’autostrada Roma-Fiumicino e intorno alla struttura ci sono troppi dubbi, ci sono troppi dubbi, anche da parte di molti esperti del settore, come ad esempio la Facoltà di ingegneria dell’Università la Sapienza, che, in uno studio, avrebbe evidenziato lo stato di insicurezza e una significativa decadenza fisica del ponte”. Poi aggiunge: “Mi auguro che lui possa rispondere al più presto all’interrogazione di quattro mesi fa, non possiamo rinviare ogni rassicurazione sulla sicurezza del ponte della Magliana, visto anche il silenzio assordante dell’amministrazione Raggi”.

Leggi anche -> Disastro Genova: ecco la data dei funerali delle vittime della strage