CONDIVIDI
La difesa dei Benetton: "investimenti per 10 miliardi di euro, noi corretti"
(Websource)

Il governo italiano ha accusato Autostrade per l’Italia per la strage di Genova, il gruppo Benetton, detentore dell’azienda, si è difeso dicendo di aver investito 10 miliardi di euro in manutenzione e nell’ampliamento delle autostrade.

Dopo il crollo in borsa di ieri con un calo netto del titolo di – 25, oggi si è verificata una leggera ripresa (il titolo perde ancora il 17% all’apertura di Piazza Affari questa mattina). La capitalizzazione del titolo in borsa è scesa dai 20,5 miliardi di lunedì ai 14,7 miliardi attuali con il valore di ogni singola azione sceso sotto i 18 euro, minimo storico dal 2014. A causare il calo del valore è stata ovviamente la tragedia di Genova e le successive dichiarazioni del governo che hanno accusato i vertici di Autostrade per l’Italia e del gruppo che la gestisce (Atlantia) di non aver effettuato le opere di manutenzione concordate e di aver in questo modo causato la tragedia.

Leggi anche -> Disastro Genova: l’ironia del giornalista inglese scatena l’ira degli utenti social

Leggi anche -> Disastro Genova: ecco la data dei funerali delle vittime della strage

Benetton si difende dalle accuse: “Spesi 10 miliardi in dieci anni”

In serata il premier Conte ha annunciato l’intenzione di revocare la concessione ad Autostrade per l’Italia prima che ne venga accertata la colpevolezza in sede giudiziaria. La società ha prima risposto con un comunicato nel quale spiega che la revoca è possibile solo se viene riscontrata una grave negligenza (caso in cui rientra il crollo del ponte per mancata manutenzione) quindi ha sottolineato che la revoca prevede comunque una penale miliardaria che corrisponde al netto del profitto annuo per il restante periodo di concessione (ovvero fino al 2042).

Anche Benetton è intervenuta sulla vicenda, ma solo per sostenere la propria azienda dichiarando che non vi sono dubbi sull’impegno profuso nell’ampliamento e nella manutenzione delle autostrade. In questo si legge infatti che Edizione srl: “è certa della determinata volontà di collaborazione con le Istituzioni e le Autorità preposte da parte della società operativa Autostrade per l’Italia e della sua capogruppo Atlantia che, negli ultimi 10 anni, hanno investito oltre 10 miliardi di euro nell’ampliamento e ammodernamento della rete autostradale italiana”.

Leggi anche -> Disastro Genova: penale miliardaria per lo stato se revoca la concessione