CONDIVIDI
rita borsellino
(MARCELLO PATERNOSTRO/AFP/Getty Images)

Addio a Rita Borsellino, sorella di Paolo: l’impegno quotidiano per una vita di lotta alla mafia, il ricordo di Leoluca Orlando, sindaco di Palermo.

Si è spenta oggi a 73 anni Rita Borsellino, sorella di Paolo, il magistrato ucciso il 19 luglio 1992 in un attentato mafioso insieme agli uomini della sua scorta, in via d’Amelio, a Palermo. Farmacista, dal 2009 al 2014 era stata europarlamentare eletta nella lista del Pd. A febbraio, la donna era rimasta vedova: si era spento il marito, Renato Fiore.

L’impegno quotidiano di Rita Borsellino

Ultima di quattro fratelli, Rita Borsellino è morta nel pomeriggio nel reparto di terapia intensiva dell’ospedale Civico di Palermo. Per anni, è stata un simbolo della lotta alla mafia, come vicepresidente dell’associazione Libera di don Luigi Ciotti. Quindi, nel 2006 l’ingresso in politica: sfida alla presidenza della Regione siciliana il governatore uscente Salvatore Cuffaro che viene rieletto. Nel 2012 si candida alle primarie per sindaco di Palermo, ma arriva un’altra sconfitta.

Lentamente, si allontana dalla politica attiva, ma non dalla militanza nella lotta alla mafia, tant’è che anche quest’anno era presente alla commemorazione della strage di Via d’Amelio.  ”La memoria è vita che si coltiva ogni giorno”, aveva detto in quella occasione. In tutti questi anni, Rita Borsellino ha girato in lungo e in largo l’Italia, insegnando soprattutto ai più giovani qual è stata la lezione del fratello. Il suo impegno mirava a ”portare per tutte le strade” l’esperienza di un’antimafia propositiva.

Rita Borsellino: il ricordo di Leoluca Orlando

Queste le parole di Leoluca Orlando, sindaco di Palermo: “Provo grandissimo dolore per la scomparsa di Rita Borsellino, che con la sua dolce determinazione ha combattuto tante battaglie non solo di legalità e civiltà nella nostra Isola e nel nostro Paese. Rita ha saputo trasformare la tragedia e la violenza che hanno colpito la sua famiglia in impegno civile; un impegno che ha contribuito a trasformare Palermo e che rimarrà scolpito nella storia e nella memoria di questa città. In questo momento triste sono vicino alla sua straordinaria famiglia, cui va un caloroso abbraccio”.